FOLLOW US
Back

Street art al lago

Street art al lago
Street art al lago
I colori di anguillara e trevignano
Street art al lago
Street art al lago

L’elegante calma del lago di Bracciano viene impreziosita tra un tripudio di colori ad opera dei più celebri street artist del momento.

Lo street artist romano Hitnes ha fatto tappa a Trevignano Romano in occasione della mostra site specific “La Collezione Sommersa”, ospitata presso il Museo Etrusco. Sul muro della scuola elementare (Via IV novembre) ha celebrato le origini etrusche del paese con un colorato e dettagliato murale in cui spiccano civette, gatti, cigni, pesci, rospi e fiori. Si tratta di un grande murale che merita di essere ammirato lentamente per coglierne i minuziosi particolari, che lo rendono una delle opere più originali degli ultimi anni.

Recentissima è l’opera realizzata ad Anguillara Sabazia (Piazza del Pratuccio) dall’artista venezuelano Gomez (Luis Gomez de Teran), ispirata al film Nell’anno del Signore, con la colonna sonora scritta da Armando Trovajoli.

Fenicotteri rosa fanno da sfondo a Via Anguillarese. Sono stati disegnati dagli artisti Moby Dick e Giusy Guerriero, così come la splendida fanciulla dai capelli blu alla stazione ferroviaria. Nato a Roma, Moby Dick (al secolo Marco Tarascio) si è diplomato in scenografia presso l’Accademia di Belle Arti. Ha lavorato con fotografi e pittori di fama internazionale ed è sempre stato attentissimo alle tematiche antispeciste ed alla tutela degli animali, con attenzione particolari per cetacei e animali marini, come si nota appunto in quest’ultima opera.

Coprotagonista di queste ultime due opere è l’avellinese Giusy Guerriero, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Roma ad indirizzo pittura. Giovanissima, ha al suo attivo già molte collaborazioni. Per Giusy l’arte è un’altra forma di comunicazione, che nasce dal bisogno innato di esprimersi.

Moby Dick e Giusy Guerriero portano un messaggio importante anche sulla facciata dell’Istituto San Francesco di Anguillara. Si tratta di una graziosa ninfa che stringe al petto l’alga del lago di Bracciano – isotes sabatina - che sta scomparendo a causa di siccità.

I capelli azzurri rappresentano l’acqua lacuale ed uno dei due aironi ha nel becco un filo d’erba, il filo del nido che rappresenta la speranza, com’è stato definito propriamente dall’artista romano.

- LE OPERE -