FOLLOW US
Back

Street art a Ostia

Street art a Ostia
Street art a Ostia
10 artiste romane contro la violenza
Street art a Ostia
Street art a Ostia

Dare voce ad un'idea o ad un messaggio. Cambiare volto a quartieri, città e palazzi dipingendoli. E' grazie alla sua forte impronta comunicativa e artistica che la street art è diventata negli anni potente strumento di rigenerazione urbana, delle periferie e di tutti quei luoghi apparentemente dimenticati e abbandonati al proprio destino. Risultato di una cultura underground e trait d'union tra l'artista e la città, l'arte urbana diventa forte mezzo comunicativo che restituisce a luoghi apparentemente periferici e marginali una loro dignità, facendo rivivere e raccontare storie, le loro.

A Ostia a.Dna collective ha  dato vita ad un progetto che vede protagoniste 10 artiste di fama nazionale e internazionale per valorizzare e diffondere l'arte urbana con un obiettivo: lanciare un messaggio contro la violenza e le differenze di genere. Il progetto, grazie al patrocinio e il supporto tecnico del X Municipio, è stato lanciato in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Mirko Pierri e Sonia Di Santo, gli ideatori del progetto, hanno invitato dieci artiste a produrre dieci opere, stampate e poi affisse  su tutto il territorio, da Ponente a Levante.

Quindici opere totali e 50 manifesti. Ogni disegno, dipinto, stencil comunica un messaggio importante: è ora di dire basta alla violenza di genere. Le donne non possono e non devono più esser l'oggetto di violenza, fatto che purtroppo è ormai all'ordine del giorno sulle pagine dei quotidiani italiani. Le artiste hanno inoltre sottolineato attraverso le loro opere che anche le barriere dettate dalle differenze di genere devono essere abbattute. Anche la street art, settore un tempo predominato dagli uomini, è oggi reso fervido e produttivo da tantissime ragezze e donne che dimostrano ogni giorno di possedere i requisiti tecnici, espressivi e i contenuti validi per dire la loro e affermarsi con autorevolezza in quest'ambito. Messaggi potenti, evocativi dunque, quelli che hanno colorato Ostia e che devono passare e diventare 'normalità' per le nuove generazioni, per far si che le bambine di oggi possano essere donne libere, forti e indipendenti domani.

Le artiste coinvolte nel progetto sono: Alessandra Carloni, Alice Pasquini, Alt 97, Cipstrega, Francesca Protopapa, Nina, Pax Paloscia, Sonno,Veronica Leffe,Yasmine Elgamal.

- LE OPERE -