FOLLOW US
Back

Istituzioni a Roma

Istituzioni a Roma
Istituzioni a Roma
i palazzi storici
Istituzioni a Roma
Istituzioni a Roma

Partiamo da Palazzo Chigi, sede del Governo della Repubblica Italiana nonché residenza del Presidente del Consiglio dei Ministri. Situato in pieno centro, tra piazza Colonna e via del Corso, ha una pianta regolare a forma rettangolare. Celebre è la facciata che dà su piazza Colonna, da cui si accede al Cortile d’onore ed all’elegante Scalone d’onore, opera dall’architetto Felice della Greca e fatto costruire dai Chigi.

Al piano nobile troviamo le sale più importanti, ovvero lo studio del Presidente del Consiglio, la sala del Consiglio dei Ministri e accoglienti salotti. Questa ala del Palazzo corrisponde all’antico edificio che fu fatto costruire dalla famiglia Aldobrandini sul progetto dell’architetto Matteo da Castello.

Palazzo del Quirinale si affaccia sull’omonima piazza e rappresenta il simbolo dello Stato Italiano in quanto dal 1870 era la residenza ufficiale del Re e dal 1946 è la residenza del Presidente della Repubblica. Fu costruito nel 1583 e a costruirlo e decorarlo furono Pietro da Cortona, Domenico Fontana, Alessandro Specchi, Ferdinando Fuga, Carlo Maderno, Giovanni Paolo Pannini e Guido Reni. Al suo interno possiamo ammirare il frammento d’affresco di Melozzo da Forlì.

A piazza del Parlamento è situato Palazzo Montecitorio, sede della Camera dei Deputati. La sua costruzione iniziò nel 1653, quando Papa Innocenzo X la commissionò a Gian Lorenzo Bernini come residenza dei Ludovisi.

La facciata del palazzo, costituita da una poligonale di cinque partiture che segue l'andamento curvo della strada prospiciente e gli elementi di pietra appena sbozzata, dai quali fuoriescono foglie e rametti spezzati, simulano un edificio costruito nella viva roccia.

Carlo Fontana conservò la caratteristica facciata convessa aggiungendovi il campanile a vela e modificò il progetto dell'ingresso, aggiungendo due porte al lato dell'ingresso principale.

Il palazzo ospita diverse opere d'arte di grande valore, raccolte in buona parte per abbellire l'edificio dopo i lavori di ampliamento del 1918, tra le tante è presente nella nuova Aula dei Gruppi Parlamentari anche l'opera "Orme di Leggi", di Maria Lai. 

Sede del Senato della Repubblica è Palazzo Madama, situato sull’omonima piazza. Appartenne alla famiglia Medici ed il terreno su cui sorge, a sua volta, appartenne ai monaci benedettini dell’Abbazia di Farfa. Papa Leone X commissionò un ampio restauro a Giuliano da Sangallo, inoltre il Palazzo e gli edifici limitrofi subirono ulteriori interventi di ristrutturazione e adattamento nel corso del primo trentennio del secolo XX.

Palazzo Madama fu oggetto di una trasformazione radicale, che comportò, tra l'altro, l'ammodernamento dell'emiciclo, il rifacimento integrale dei prospetti su via del Salvatore e via della Dogana Vecchia, nonché la realizzazione di un corpo di collegamento con l'adiacente Palazzo Carpegna. Quest'ultimo, di proprietà del Senato, fu interamente ricostruito in posizione avanzata rispetto all'originaria posizione. Alla sinistra del portico si innalza la Scala d'onore. L'altra scalinata, cui si accede dall'ingresso di San Luigi dei Francesi, è sovrastata da un soffitto in legno dorato del XVI secolo recante lo stemma dei Medici e una raffigurazione di divinità marine.

- LE OPERE -