FOLLOW US
Back

GIO PONTI. AMARE L’ARCHITETTURA

GIO PONTI. AMARE L’ARCHITETTURA
GIO PONTI. AMARE L’ARCHITETTURA
quando arte e artigianato si incontrano
GIO PONTI. AMARE L’ARCHITETTURA
GIO PONTI. AMARE L’ARCHITETTURA | quando arte e artigianato si incontrano

Fino al 13 aprile 2020 il  MAXXI ospita la mostra “Gio Ponti. Amare l’architettura.”. Occasione, questa per approndire un sodalizio poco conosciuto tra due indiscussi geni italini.

Giò Ponti è stato uno degli architetti e designer italiani più importanti dal dopoguerra ad oggi. Tra le sue opere, numerosi e che spaziono dai tessuti all'archiettetura industriale, ne citiamo solo due:  i mobili della serie “Domus Nova” entrati in produzione per i Grandi Magazzini La Rinascente nel 1926 e il Grattacielo Pirelli a Milano. Battista Olivari, artgiano, ma anche disegner ante litteram, fonda l'omonima azienda che dal 1911 produce maniglie di design all'interno degli stabilimenti produttivi di Borgomanero (NO) 

Olivari presenterà tre maniglie che Gio Ponti ideò in occasione della costruzione del grattacielo Pirelli: Lama, Cono e Anello. Tre modelli frutto della riflessione sul tema della leggerezza, della riduzione della forma e del materiale, per i quali vennero sperimentati e utilizzati l’ottone e l’alluminio.Una collaborazione, quella con Ponti, che ha lasciato un segno che arriva fino al presente.

Questi oggetti sono oggi entrati nella storia del design, in produzione ininterrottamente dal 1956, caratterizzate dalle forme eleganti e funzionalissime capaci di durare ed essere sempre contemporanee.

MORE IMAGES