FOLLOW US
Back

CARLO LEVI E L'ARTE DELLA POLITICA.

CARLO LEVI E L'ARTE DELLA POLITICA.
CARLO LEVI E L'ARTE DELLA POLITICA.
DISEGNI E OPERE PITTORICHE
CARLO LEVI E L'ARTE DELLA POLITICA.
CARLO LEVI E L'ARTE DELLA POLITICA. | DISEGNI E OPERE PITTORICHE

Fino 22 marzo 2020 Il Casino dei Principi di Villa Torlonia ospita la mostra “Carlo Levi e l’Arte della politica. Disegni e opere pittoriche”, nata su iniziativa del Centro Carlo Levi di Matera e in associazione con la Fondazione Carlo Levi. Protagonisti 58 disegni politici e 46 opere pittoriche del celebre autore di “Cristo si è fermato ad Eboli”, non solo scrittore, quindi, ma anche poeta, pittore e raffinato disegnatore. La sua poetica, si trovava espressione anche attraverso la sua "grafica politica", realizzata a cavallo degli anni 1947-1948, sulle pagine del quotidiano “L’Italia Socialista” diretto da Aldo Garosci.

I 58 disegni politici in mostra raccontano, in forma artistica sintetica e ironica, la stagione politica di formazione dell’Italia Repubblicana e registrano il passaggio cruciale che porterà, dal 1949, alcuni protagonisti di quella stagione, Olivetti in primis, all’impegno nella “politica del fare”. La seconda sezione della mostra conta 46 opere pittoriche (realizzate tra 1932-1973) per la maggior parte di proprietà della Fondazione Carlo Levi, con alcuni prestiti inediti di collezioni private.

Tali opere si fanno tassello per completare il quadro d’insieme delle vicende storiche mostrando l’assoluta originalità e autonomia d'espressione, ma, soprattutto, l’aspetto più satirico di Levi. Il 1950 vede le stampe il suo romanzo “L’orologio” che, con le tavole grafiche esposte, condivide lo stesso humour ironico e l’acuta capacità di analisi storica.

Fra gli oli esposti, ritratti dei protagonisti dell’ambiente politico di quegli anni, quadri legati agli anni della guerra e nature morte, fino alla ripresa, in chiave di “realismo sociale”, delle tematiche meridionaliste tanto care all’autore, che, dopo l'esperienza del confino, durante il regime fascista e dal quale nacque il suo romanzo più famoso, divennero per l'autore un tema caro e mai dimenticato.

MORE IMAGES