SEGUICI SU
Indietro

Una storia antica

Una storia antica
Una storia antica
Il restauro e la preziosa arte della doratura
Una storia antica
Una storia antica

Gli occhi possono comprendere tante cose e guidare poi le mani per realizzare qualcosa di difficile, complesso, ma bellissimo. Maurizio Carletti fin da bambino è vissuto nella bottega di restauro di suo padre, Otello, aperta nel 1966. La viva esperienza sul campo l'ha reso un professionista capace, aggiornato e curioso, sempre in cerca di nuove sfide. La vera formazione è iniziata al fianco del padre nel 1984, da cui ha appreso i segreti del mestiere, dedicandosi con passione all'arte del restauro. L'attività per la quale il laboratorio si distingue è la doratura. Si tratta di un'arte antica, nata nel Medioevo, per decorare, ma anche per preservare. Così la bottega Carletti, a breve distanza da piazza Navona e Campo dei Fiori, è specializzata proprio in dorature, argentature, lacche e decorazioni su mobili antichi, oltre che nel restauro di soffitti e cornici d'epoca.

Le tecniche utilizzate, consolidate da oltre quarant'anni di attività e tramandate da padre in figlio, si svolgono ancora oggi rigorosamente con il solo ausilio delle mani. Tra i materiali più usati ci sono: il gesso di Bologna, la colla di coniglio per le preparazioni e le stuccature, i boli minerali e la colla di pesce necessari per le dorature, le resine, la sandracca, le tempere, la cera d'api e foglie di oro zecchino e di argento. Un lavoro davvero monumentale, quello di questo laboratorio, che può non a caso vantare progetti di grande pregio, come il restauro delle grandi lettere dorate sulla sommità di Fontana di Trevi, quello del mobilio dei Musei Capitolini e di gran parte di quello presente nel Museo Napoleonico, oppure degli esemplari esposti a Palazzo Borghese a Roma o nel Castello Odescalchi a Palo Laziale.

POTREBBE INTERESSARTI