SEGUICI SU
Indietro

Un bando per il Mattatoio di Testaccio

Un bando per il Mattatoio di Testaccio
Un bando per il Mattatoio di Testaccio
la Galleria delle Vasche de La Pelanda apre ai giovani
Un bando per il Mattatoio di Testaccio
Un bando per il Mattatoio di Testaccio | la Galleria delle Vasche de La Pelanda apre ai giovani

La Galleria delle Vasche de La Pelanda all'ex Mattatoio si apre ai giovani con un avviso pubblico per avanzare una manifestazione di interesse alla presentazione di proposte progettuali da realizzare nello spazio di Testaccio. Un centro pubblico polivalente dotato di palcoscenico, impianto luci e strutture espositive a costo zero per le idee e i lavori di qualità dei giovani romani e non, individuato dall'amministrazione capitolina come luogo per la valorizzazione di produzioni ed iniziative realizzate dagli stessi giovani che hanno difficoltà a trovare luoghi adatti alla loro espressività. Lo spazio che verrà messo a disposizione per le attività è un locale di 800 metri quadrati e cinque atelier di circa 30 metri quadrati ciascuno che attualmente comprende: un palcoscenico, un impianto di illuminazione teatrale, un impianto di ripresa e diffusione sonora, un impianto di videoproiezione, una serie di pannelli autoportanti per le aree espositive. 

Le proposte dovranno realizzarsi entro il 31 dicembre 2018 ed includono manifestazioni, attività espositive, performative, espressive, attività laboratoriali, seminari, workshop e dovranno essere rivolte, in particolare, ad un pubblico giovanile. La durata temporale, comprensiva di allestimento e disallestimento, non potrà superare i quindici giorni e dovrà rispettare il carattere storico-architettonico del luogo. Tutte le iniziative dovranno essere ad ingresso gratuito e all'interno della Galleria delle Vasche non è ammessa la bigliettazione, né la vendita di cataloghi o altro materiale. 

"Valorizzare e promuovere la creatività dei giovani vuol dire contribuire a far crescere positivamente il tessuto urbano e favorire l'interazione di persone, pensieri e idee che possano trovare uno spazio libero dove esprimersi. Un luogo di confronto, innanzitutto, dove l'arte e l'espressione performativa sono veicolo di dialogo tra generazioni, razze e culture. Noi come Amministrazione abbiamo il compito di agevolare i nostri giovani ad esprimersi e ad usufruire degli spazi della città", ha dichiarato l'assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi cittadini, Daniele Frongia