SEGUICI SU
Indietro

Sinestetica

Sinestetica
Sinestetica
Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi
Sinestetica
Sinestetica

“Sinestetica” nasce dal desiderio di far incontrare i talenti. Nasce dall’incontro fortuito, nel 2015, tra Pietro (architetto, scenografo, amante della musica), Giulia, storica dell’arte esperta in comunicazione e Bianca, storica dell’arte medievale. Insieme hanno messo in moto il meccanismo e, dopo le prime feste, è arrivato Michele: bibliofilo, librario, storico e organizzatore di eventi.

Esperienze diverse ma accomunate dal modo in cui i quattro affrontano lavoro e amicizia, pari alla maniera leggera con cui riescono a proporre il proprio gusto personale e anticonformista: “Le opere belle non hanno bisogno di retorica”. In principio, il salotto di “Sinestetica” prende forma attraverso le opere di artisti, fotografi e disegnatori. Le loro invenzioni vengono seguite, condivise e apprezzate. L’opera funziona, la rete degli artisti seguaci - followers, verrebbe da dire oggi - cresce. Il buon esito dell’iniziativa ha spinto il gruppo ad aprire un salotto stabile nel quartiere Montesacro di Roma, in Viale Tirreno 70. Da qui continuerà l’opera di promozione culturale in uno spazio il più possibile polivalente dove poter acquistare libri, opere d’arte e oggetti, assistere a presentazioni, concerti e a vernissage accompagnati da aperitivi e degustazioni.

Ma “Sinestetica” è soprattutto un luogo di scambio dove artisti, musicisti e letterati potranno incontrarsi per raccontare la propria creatività e mostrare i propri lavori a ospiti curiosi, interessati a scoprirli e, magari, anche a comprarli. Il gruppo organizzerà anche laboratori e circoli di lettura dedicati ai bambini e a chiunque sia interessato. “Noi crediamo fermamente nel tessuto sociale di questa città e nei nostri coetanei. C’è grande voglia di partecipazione e di novità e noi nel nostro piccolo stiamo costruendo un pezzetto del puzzle”.

La storia è stata raccontata da Jason Ray Forbus, scrittore.

- SPAZI E LAVORI -