SEGUICI SU
Indietro

SHOW WORKING ROOM

SHOW WORKING ROOM
SHOW WORKING ROOM
Foto di Antonio Barrella
SHOW WORKING ROOM
SHOW WORKING ROOM

Non potrebbero essere più diversi, Donato Antonio Di Munno e Luca Baldini. Fashion designer diplomato allo IED di Roma, da sempre appassionato di moda e abiti da sposa, Di Munno è un cultore del delicato universo femminile, cui rende omaggio con le sue creazioni. Baldini, un percorso da ingegnere edile e architetto per poco non coronato da una laurea e tanta esperienza nella realizzazione di scenografie e costumi teatrali, è più pratico e concreto: quello che lo affascina sono soprattutto la novità delle tecniche e la sperimentazione di tessuti, materiali e linee.

Eppure dall’unione delle loro capacità nasce un progetto armonioso e intelligente, che coniuga arte e tecnologia, tradizione e innovazione. Tutto comincia in tempi difficili, con poche risorse da investire e il fantasma della crisi. Ma, grazie ad entusiasmo e passione, Donato e Luca riescono a inserirsi con successo nel settore, prendendo parte a concorsi e programmi televisivi. Puntando all’eccellenza: dal cartamodello alla rifinitura, dalla qualità di tessuti e materiali all’originalità dei modelli.

Il progetto unisce in un unico spazio aperto ai visitatori un atelier di sartoria e uno showroom, ispirato alla nuova tendenza dei ristoranti con cucina a vista. Ma un peso lo ha avuto anche la formazione di Luca Baldini, pronto a scommettere sul fascino ipnotico dei cantieri e dei lavori in corso – nell’edilizia come nell’alta moda. Lo scenario, poi, è il migliore possibile.

Civitavecchia è un porto dove ogni giorno attraccano crociere cariche di turisti. Turisti incuriositi dal Made in Italy, specie quando possono osservarlo in divenire. Ma dietro c’è anche un tentativo di riscoprire in chiave moderna la figura del sarto e riportare i giovani verso l’artigianato italiano, visto sotto una luce più accattivante. Di recente, il rinnovamento ha coinvolto anche il marchio (da ModeArt- Design a Di Munno Baldini) e la collezione, per presentarsi al meglio sul frenetico mondo della moda internazionale.

La storia è stata raccontata da Ida Amlesù, scrittrice

- SPAZI E LAVORI -