SEGUICI SU
Indietro

Saverio Massaro

Saverio Massaro
Saverio Massaro
vivere l'esperienza urbana
Foto di Antonio Barrella
Saverio Massaro
Saverio Massaro

Gli studi universitari, gli anni del dottorato in architettura dedicati alla città contemporanea, l'interesse verso gli scarti urbani e il riutilizzo di spazi dismessi si sono trasformati col tempo in una vera attività, grazie anche al desiderio di trasmettere le sue passioni ai cittadini di Roma. Saverio Massaro, pugliese di Altamura, è arrivato nella capitale per frequentare la facoltà di Architettura a La Sapienza. A parte la permanenza a Roma e l’Erasmus in Germania nel 2010, i legami con la Puglia sono sempre rimasti profondi e tutt’ora è diviso tra i due luoghi: un’idea può venire a Roma e concretizzarsi ad Altamura.

Dal 2012 fa parte di Urban Experience: un'associazione di promozione sociale non profit. L'associazione è nata in campo teatrale – il presidente Carlo Infante era critico teatrale oltre che esperto di media – ma da subito ne hanno fatto parte anche architetti e persone legate alle tecnologie digitali. Urban Experience mette in campo in città alcune pratiche ludiche che coinvolgono i cittadini. Iniziative tipiche sono “passeggiate” e “happening”. Si tratta di far partecipare gruppi di cittadini lungo itinerari per quartieri. Grazie all'uso di radioline e del web, insieme a storici dell'arte o architetti, l'esperienza urbana viene potenziata. Le passeggiare che organizzano sono “il contrario delle visite guidate”. Rispetto al tipico gregge si vive l'esperienza dello sciame. Ci si può distrarre, scattare foto e twittare (i contenuti che aumentano l'esperienza del camminare arrivano proprio dal web).

Saverio è il project manager di Urban Experience in progetti come Teatri della memoria o Roma vista dai ciechi. Altre attività sono giornate di brainstorming a cui partecipano cittadini, disegnatori e facilitatori visuali, che trascrivono in mappe concettuali ciò di cui si parla. Dell'esperienza universitaria resta viva l'attenzione verso gli spazi non utilizzati nel centro storico. L'eterno vagare di Urban Experience riguarda anche le loro riunioni: “Niente sede, siamo nomadi”.

 

La storia di Saverio Massaro è stata raccontata da Francesco Longo, scrittore.

- SPAZI E LAVORI -