SEGUICI SU
Indietro

Salvatore Carlucci

Salvatore Carlucci
Salvatore Carlucci
Foto di Antonio Barrella
Salvatore Carlucci
Salvatore Carlucci

Ariannanet.it è una startup con testa e cuore a Rieti. Nasce nel 2012 per sviluppare applicazioni web. Dopo aver lavorato per anni come referente web a Cepu e al Ced del comune di Rieti, l'ex programmatore Salvatore Carlucci si è reinventato direttore creativo di una nuova impresa che oggi conta sette dipendenti e tre soci, oltre a Salvatore anche Michele Carlucci e Riccardo Bianchi.
Il Politecnico di Milano gli ha offerto una borsa di studio per un corso di formazione per startup e di lì è nata Ariannanet, prima con dei progetti sviluppati per la Camera di Commercio e per l'Università di Rieti poi per le aziende private.
Il fiore all'occhiello è Agesic, un'applicazione che tramite smarphone protegge il lavoratore in ogni istante segnalando tempestivamente all'azienda per cui lavora situazioni di difficoltà o di pericolo, malori o incidenti. Le segnalazioni arrivano con la geolocalizzazione, un sensore reattivo agli sbalzi di temperatura e all'ossido di carbonio. “L'idea di Agesic è nata – racconta Carlucci – su richiesta di un'azienda che aveva saputo in ritardo di un malore che aveva colpito un suo dipendente in missione di lavoro”.
Il progetto Agesic ha vinto il premio Lamarck-Giovani Confindustria a Smau come startup innovativa, ed è stato selezionato dal Tim #Wcap Accelerator, il programma di open innovation di Telecom Italia che seleziona, finanzia e accelera startup in ambito digitale. Ci sono voluti tre mesi di lavoro per creare l'applicazione e adesso Agesic è diventata una società a sé, già sul mercato e con clienti che provengono dal portfolio Ariannanet. Poi ancora Cook Together applicazione community e social sul mondo delle ricette. “Agesic non sarebbe stata possibile senza un team di progettisti che crede in te. C'è molta concorrenza per entrare nei mercati più grandi ed è trasversale: ci sono startup di ragazzi e di gente esperta”. Adesso Ariannanet punta a sviluppare Cook Together, l'applicazione community e social sul mondo delle ricette.

La storia di Salvatore Carlucci è stata raccontata da Stefano Ciavatta

- SPAZI E LAVORI -