SEGUICI SU
Indietro

Rublic

Rublic
Rublic
Rublic
Rublic

Lo dice il nome stesso, Rublic: Public come pubblico, R come rinnovabile. Rublic è un progetto di integrazione architettonica di energie rinnovabili – come il fotovoltaico o il microeolico – su elementi di arredo urbano. L'idea alla base del progetto è quella di creare energia fruibile dai cittadini in maniera gratuita e sostenibile, cioè rinnovabile. Nel futuro di Rublic – che ha vinto il Fondo per la Creatività under 35 della Regione Lazio – si potrà andare in una piazza e trovare una panchina con sistema fotovoltaico grazie al quale agganciare i propri dispositivi portatili – tablet, pc, smartphone – garantendo ricariche dei device, wi-fi e navigazione Internet. Ma non solo: nel progetto Rublic c'è anche la possibilità di far trovare sulla stessa panchina degli schermi da utilizzare. Il prototipo di Rublic si chiama Hub, immaginato come postazione di ricarica, produzione di energia e isola pubblica di contatto tra le persone.

Rublic è destinato alle università, alle biblioteche ma anche ai pub e ai locali. I progettisti di Rublic immaginano come primo obiettivo la creazione di un prodotto di design integrato, cioè qualcosa di visivo che sia incluso ma non nascosto e che non arrechi danni. Ma Rublic contempla anche la progettazione ex novo di elementi di arredo urbano integrati, che producano energia come a casa.

L'idea è venuta nel 2014 a tre compagni di università di Architettura, oggi liberi professionisti e progettisti di Rublic: Paolo Venturella, Cosimo Scotucci e Roberto D'Alessandria. La difesa dell'idea di architettura come spazio pubblico e la specializzazione sulle energie rinnovabili hanno portato alla creazione del progetto Rublic che ha davanti a sé 24 mesi per produrre prototipi, comunicare il prodotto ed entrare sul mercato. “In Italia ci sono progetti simili – racconta Venturella – ma solo Rublic ha questa combinazione originale. Anche all'estero abbiamo visto diversi prototipi ma l'applicazione non è stata sviluppata come nel nostro progetto”.

La storia di Rublic è stata raccontata da Stefano Ciavatta, scrittore

- SPAZI E LAVORI -
Lo trovi qui: Via Arturo Colautti, 5 - 00152 Roma
Lo trovi qui: Via Arturo Colautti, 5 - 00152 Roma