SEGUICI SU
Indietro

Riapre il Castello di Santa Severa

Riapre il Castello di Santa Severa
Riapre il Castello di Santa Severa
Tra le novità ostello, Innovation lab e nuovi allestimenti museali
Riapre il Castello di Santa Severa
Riapre il Castello di Santa Severa | Tra le novità ostello, Innovation lab e nuovi allestimenti museali

Si aprono nuovamente i cancelli del Castello di Santa Severa, straordinario gioiello di cultura, storia e archeologia eretto dai normanni intorno all'anno mille e rimasto chiuso per oltre dieci anni fino all'apertura straordinaria decisa dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Ostello, Innovation lab e nuovi allestimenti museali tra le novità di questa seconda fase del Castello. Il pubblico potrà dunque visitare il complesso architettonico ed ammirare alcuni dei resti archeologici venuti alla luce nel corso delle campagne di scavo per effettuare i lavori di restauro, oltre ad avere la possibilità di soggiornare nella struttura ricettiva realizzata al primo piano del Castello. 14 camere per 42 ospiti che potranno coniugare la vacanza culturale con la possibilità di divertirsi e praticare sport acquatici come il surf, attività per cui la spiaggia di S. Severa è particolarmente nota.

Da quest'anno sarà possibile visitare le nuove aree museali ed vivere un'esperienza immersiva grazie all’Innovation lab, il cui sviluppo tecnologico è stato affidato a LAZIOcrea, con il contributo di Volkswagen Group Italia. Quest'area, grazie alla realtà aumentata e alla realtà virtuale, consentirà ai visitatori di assistere ad un tour virtuale accompagnati dalla voce narrante di Mario Tozzi, noto geologo e divulgatore scientifico. Monitor multitouch e sistemi video immersivi, anche interattivi, basati su pellicole trasparenti e/o vetro saranno a disposizione dei visitatori per vivere un'esperienza immersiva a 360°.

Inoltre i visitatori potranno scaricare una App mobile per IOS e Android, sviluppata da LAZIOcrea, con realtà virtuale e realtà aumentata, che offrirà tutte le informazioni desiderate. Altra importante novità riguarda le attività congressuali ed altri servizi, gli spazi destinati a questo genere di eventi, l’utilizzo dei quali sarà disciplinato da un regolamento e da un tariffario; gli spazi dedicati saranno una parte del primo piano dell’edificio denominato “Manica Lunga” e i locali posti al piano primo dell’edificio denominato “Manica Corta”. E' prevista inoltre la possibilità di ospitare convegni, conferenze, dibattiti, corsi, seminari, video-proiezioni, spettacoli, manifestazioni culturali, mostre ed attività espositive a carattere temporaneo; eventi, banchetti e ricevimenti come celebrazioni di matrimoni religiosi e civili; servizi fotografici e riprese televisive, cinematografiche o altro genere di audiovisivi. L’obiettivo? Rendere il Castello uno dei principali attrattori per l’offerta turistica, culturale ed enogastronomica della regione e del paese.

Infine, il Castello di Santa Severa fa parte dei monumenti coperti dal Programma di Valorizzazione e della Campagna 'Art Bonus', con cui si intende valorizzare il patrimonio storico-artistico della Regione Lazio attraverso donazioni che potranno godere di un credito di imposta del 65%, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

- Immagini Correlate -