SEGUICI SU
Indietro

Restauri viterbesi

Restauri viterbesi
Restauri viterbesi
Acquapendente, Farnese e Viterbo: tre tappe per altrettanti stili creativi
Restauri viterbesi
Restauri viterbesi
Noto per la lavorazione delle ceramiche, l’artigianato che si sviluppa in provincia di Viterbo riserva piacevoli sorprese anche nel campo del restauro del legno. Con casi di assoluta eccellenza. Come quello della bottega Restauri Lignei di Roberto e Roberta Sugaroni, padre e figlia, che si occupa di progettazione e realizzazione d’interventi di restauro su opere d’arte e manufatti artistici lignei. 
 
Nel laboratorio di Acquapendente, in via Via Roma, 83, la sapienza antica e la più qualificata tecnologia applicata alla conservazione si incontrano in una singolare convivenza. Per generazioni la famiglia ha lavorato il legno. Dal 1998 il laboratorio si avvale della professionalità di Roberta, esperta in doratura, scultura policroma, lacche e finti marmi. Si è dedicata, dagli inizi ad oggi, al restauro di prestigiose collezioni private e pubbliche, soprattutto nei palazzi e nelle chiese di Roma. Nella capitale, infatti, l’impresa aquesiana è riuscita ad aggiudicarsi importanti appalti della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Paesaggistico del Lazio e di altri Enti. Lavori portati avanti a braccetto con collaborazioni con enti di fama mondiale come il Metropolitan Museum di New York. 
 
L’itinerario della Tuscia viterbese prosegue alla volta di Farnese, paese di origine medievale, vicino al lago di Bolsena ai confini con la Toscana e poco distante dal mare. All’interno del viadotto del 1600, in via Colle San Martino 175, si trova Il laboratorio d’arte e restauro Viadotto Ducale di Rosaria Moruzzi. Nato come laboratorio di restauro di mobili antichi, nel corso degli anni ha ampliato la propria attività artigianale spaziando dal restauro di sculture lignee e policrome, al restauro di opere dorate e dipinti.
 
Rosaria Moruzzi è la titolare del laboratorio d'arte che, data la particolarità della struttura, viene usato anche come galleria espositiva e spazio per organizzazione mostre ed eventi di varia natura. Da qualche anno, Rosaria Moruzzi ha iniziato a produrre delle creazioni restaurando antichi frammenti dorati e montandoli su basi e supporti in plexiglass, realizzando oggetti esclusivi dal forte contrasto antico-moderno come lampade, appliques, specchi.
 
Circa trenta chilometri più a sud e si arriva nel cuore di Viterbo, nella strada Tuscanese, all’1/B, dove si trova il laboratorio di restauro di Cristiano Monzillo. La sua è una ditta individuale, che opera nel settore del restauro ligneo e del mobile nel pieno rispetto dei fondamenti del restauro. Dopo aver completato una formazione didattica, nel 1993 Cristiano ha iniziato ad operare sul campo collaborando con altri restauratori. Nel marzo del 1997 ho aperto il suo laboratorio, improntando il suo lavoro alla valorizzazione degli oggetti che vengono dal passato, visti come una risorsa economica e al tempo stesso come la testimonianza delle nostre radici. La sua ricerca è rivolta al riconoscimento del legname lavorato e alla riduzione dell'impatto ambientale che ne comporta il riuso.
- LE OPERE -