SEGUICI SU
Indietro

Progetto Il MURo- Street art al Quadraro

Progetto Il MURo- Street art al Quadraro
Progetto Il MURo- Street art al Quadraro
Un nuovo percorso al quadraro per conoscere le tante opere di artisti internazionali
Progetto Il MURo- Street art al Quadraro
Progetto Il MURo- Street art al Quadraro

Torniamo al Quadraro per riprendere uno dei percorsi già battuti, alla scoperta dell’immenso lavoro e delle tante opere realizzate grazie al progetto Il MURo, 'Museo diffuso' di Urban Art della città di Roma. Fondato nel 2010 dall'artista David Diavù Vecchiato, Il MURo è un progetto di museo a cielo aperto, pubblico e gratuito, che nasce "dal basso", con la collaborazione e la partecipazione attiva  dei cittadini del quartiere.  Torniamo tra queste vie per conoscere le tante altre opere di artisti famosi che hanno restituito al quartiere una fonte inesauribile di arte e bellezza. Il primo percorso dedicato al Quadraro è disponibile qui.

VIA DEI QUINTILI
Questa volta iniziamo da Via dei Quintili, anzi più precisamente in Via Anton Ludovico Antonori, con l’opera stupefacente di Alice Pasquini, in arte Alicè che ha ripinto, con il suo stile inconfondibile un intero muro restituendoci il racconto di una storia fatta di sogni e speranze.
Proseguendo per via dei Quintili, al civico 270 troviamo l’opera del newyorkese Buff Monche che ha regalato al quartiere un coloratissimo murale. Poco più là al civico 263 troviamo l’opera di (Daniele Tozzi), in arte Pepsy dal titolo Il Codice, che raffigura una bomboletta spray e una cascata di elementi tipografici e parole che sintetizzano il linguaggio dell’urban art. Da via dei Quintili, deviamo per un attimo in via degli Ortenzi per ammirare il lavoro realizzato da Fin DAC ispirato al Giappone.
Sempre in via dei Quintili (al 146) troviamo l’opera di Mauro Pallotta, in arte Maupal, dal titolo Gli esodati con l’immagine della Lupa di Roma che, mordendosi la coda, non allatta più Romolo e Remo. Ultima opera su questa via, al civico 11, è “Totòbolik" di Diavù dedicata a Totò che in questo quartiere era solito venire dal uo barbiere di fiducia.

VIA DEI PISONI
Da via dei Quintili procediamo in via dei Pistoni per poter ammirare il murales di Ron English, dai toni fluo, che raffigura supereroi, giocattoli e animali fantastici. A seguire troviamo l’opera di Beau Stanton, “un albero meraviglioso che sboccia da un teschio, imponendo sulla morte la legge della vita”.

VIA TUSCOLANA E VIA DEI LENTULI
Terminiamo il nostro percorso tra Via Tuscolana e via dei Lentuli. Qui troviamo l’opera di Omino71Tanti amici tanto amore", quella di Malo Farfan e poco più là, su via Monte del Grano il murales di Lucamaleonte “Nido di Vespe”, definizione con cui, in maniera dispregiativa, il comandante Kappler definì il Quadraro durante l’Operazione “Balena” del 17 aprile 1944.

- LE OPERE -
Opera di Alicè
Opera di Buff Monster
Opera di Pepsy
Opera di Fin DAC
Opera di Maupal
Opera di Diavù
Opera di Ron English
Opera di Beau Stanton
Opera di Omino71
Opera di Lucamaleonte