SEGUICI SU
Indietro

Per le mani più raffinate

Per le mani più raffinate
Per le mani più raffinate
Accessori di gran moda e piccola pelletteria di stile
Per le mani più raffinate
Per le mani più raffinate

Nel 1878 la famiglia Merola vendeva già guanti in una piccola bottega a Napoli. Ma la famiglia aveva qualche ambizione di crescita. Nicola Merola, il fondatore, va addirittura a studiare all'estero, a Grenoble, per imparare l'arte della lavorazione della pelle attorno alle dita. Così, i suoi due figli Leopoldo e Giuseppe, si spostano a Roma per portare nella Capitale ciò che hanno appreso dal padre e dall'esperienza maturata nel corso del tempo. Si stabiliscono, prima, nella centralissima via del Corso e il successo è talmente grande che vengono aperte succursali a Firenze e a Venezia. Se gli anni Trenta sono quelli che segnano il trionfo di un accessorio come il guanto, il dopoguerra ne vede un uso sempre meno frequente. Sarà il Grande Schermo a salvare questa antica manifattura.

Nel 1953 Audrey Hepburn, nel film “Vacanze Romane”, indossa prodotti di questa bottega. Da qui la strada è nuovamente tutta in discesa. In anni a noi più vicini, un'altra star “guantata” da Merola è Kate Winslett in “Titatnic”, dove anche gli altri attori di prima classe hanno avuto modo di apprezzare gli accessori forniti dal laboratorio romano. Si è passati, poi, a Matt Damon ne “Il talento di Mr Ripley” e a Nicole Kidman in “Ritorno a Could Mountain”. La casa realizza anche scan con l'impronta della mano destra e la circonferenza del palmo, per una guantatura dalla precisione infallibile. Le tempistiche di consegna del prodotto vanno dalle due alle tre settimane. Attualmente alla guida del laboratorio c'è una delle eredi, Claudia Merola.

POTREBBE INTERESSARTI