SEGUICI SU
Indietro

Palestra dell’Innovazione

Palestra dell’Innovazione
Palestra dell’Innovazione
Palestra dell’Innovazione
Palestra dell’Innovazione

La Palestra dell’Innovazione (Phyrtual InnovationGym), realizzata dalla Fondazione Mondo Digitaleè un ambiente fisico-virtuale per l’innovazione e l’educazione per la vita. È una palestra per l’apprendimento esperienziale e la pratica dell’innovazione in tutte le sue espressioni: innovazione tecnologica, sociale e civica. È uno spazio aperto al territorio, al mondo della scuola, alle imprese, alle università, che ha come cuore pulsante i giovani. È un luogo di incontro tra vecchie e nuove professioni dove si parla il linguaggio della fabbricazione (tradizionale e digitale), della sperimentazione e della creatività per stimolare la crescita professionale, l’auto imprenditorialità ed esercitare le competenze del 21° secolo.

Grazie a Phyrtual.org, il primo ambiente di innovazione sociale basato su conoscenza, apprendimento e community building, il progetto Palestra dell’innovazione può connettersi con il resto del mondo e auto sostenersi grazie al crowdfunding. La Palestra dell’Innovazione è un modello strategico per lo sviluppo dell’istruzione, delle nuove professioni e dell’autoconsapevolezza, perché è il luogo dove si sperimenta l’educazione per la vita (conoscenze, competenze e valori), si pratica l’open innovation e si progetta il cambiamento secondo i principi dell’innovazione sociale e tecnologica per rispondere alle sfide cruciali del 21° secolo, a partire dall’emergenza della disoccupazione giovanile, della dispersione scolastica e del fenomeno dei Neet.

La Palestra dell’Innovazione, che si trova in via del Quadraro 102, nel quartiere Tuscolano, è attualmente composta da diversi spazi (Activity Space, Classe 3.0, Conference Room, Fab Lab, Game Lab, Immersive Lab, Robotic Center, Video Lab) tutti pienamente attivi e rientrano nel Progetto Officina Nuovi Lavori. Spazi e ambienti didattici sono in continuo aggiornamento per renderne sempre più articolata e mirata l’offerta formativa, che propone anche dieci attività trasversali: Autoconsapevolezza / Team building & leadership / Problem solving & decision making / Creatività, innovazione, imprenditoria / Digital manufacturing / Robotica / Coding, gaming e gamification / Realtà virtuale e tecnologie immersiva / Animazione, produzione video e visual effects.

Nella Palestra dell’Innovazione è attivo il progetto Officina Nuovi Lavori, dove i giovani dai 15 ai 24 anni possono usufruire gratuitamente di diversi ambienti didattici. Dal digital manufacturing all’innovazione d’impresa, dal gaming alla realtà immersiva: sono 4 gli ambienti didattici che compongono il programma di Officina dei Nuovi Lavori, il progetto formativo gratuito avviato da Google e Fondazione Mondo Digitale per diffondere le competenze digitali e realizzare attività mirate di formazione e orientamento professionale per i giovani dispersi:

fablab: utilizzo della laser cut, della stampante 3D e degli strumenti tipici di un fablab;
video lab: video making con animazione 3D ed effetti visuali;
game lab: game development e interactive storytelling;
immersive lab: tecnologia immersiva e realtà aumentata.

Le attività formative si svolgono nella Città educativa di Roma, in via del Quadraro 102 e per accedervi è necessario iscriversi compilando il modulo online disponibile su www.mondodigitale.org/call4youth.
I laboratori sono rivolti a tutti i giovani di età compresa fra i 15 e i 29 anni, con precedenza ai giovani che non studiano e non hanno un’occupazione.

Tutte le mattine sono attivi laboratori di robotica dedicati alla scuole, per imparare a progettare, costruire e programmare robot: si parte da bee-boot, l’ape robot per i bambini della scuola primaria, per arrivare alle gare tra robot soccorritori, che intervengono in auto dell’uomo nelle emergenze. Con ZoomeTool e Toobeez si mettono alla prova agenti sociali, educatori, formatori, ma anche manager, per imparare a risolvere i problemi in modo innovativo e collaborativo, con workshop anche nel weekend. Una linea di bigiotteria, un vestito intelligente, un drone, un campo di calcio per robot, ausili per disabili, non c’è nulla che non si possa fabbricare in un Fablab grazie a macchine innovative e versatili. Il FabLab, animato dai maker, è frequentato da studenti, artigiani, inventori e anche da bambini giovanissimi che, con laboratori su misura, imparano i principi dell’elettronica. 

- Gli Spazi -