SEGUICI SU
NOIS3
NOIS3
Foto di Antonio Barrella
NOIS3
NOIS3

Di Nois3 fanno parte Carlo Frinolli e Davide Pavone, romani, Ivan Minutillo, di Formia, Claudia De Medio, di Chieti, Emanuele Macri, di Taranto, Imke Bär, tedesca, e Natalia Molchanova, che è di origine russa. Hanno dai 23 ai 42 anni, hanno studiato ingegneria o design, lingue o belle arti. Carlo Frinolli e Imke Bär si sono incontrati sul lavoro, molti anni fa, poi mano a mano sono stati coinvolti gli altri, fino ad Andrea Marchesini, che collabora dall'esterno, come anche Natalia Molchanova.

Due anni fa hanno fondato una società e hanno aperto lo studio, al Pigneto, in cui, in un'atmosfera amichevole e rilassata, lavorano a molti progetti di comunicazione e organizzazione eventi.

Fra le cose più belle che hanno fatto ricordano la scorsa edizione di Word Usability Day (www.wudrome.it/), di cui hanno organizzato la tappa romana, ma anche i servizi per Wed in Florence, un'agenzia di wedding planning. Hanno creato wmp2014 (Minorca World Medicine Park): un'app cross-platform che mette in contatto medici e operatori sanitari di tutto il mondo. Sono stati premiati dalla piattaforma Behance, che mette in contatto i creativi di tutto il mondo, che li ha inseriti in alcune loro raccolte come Branding Served (www.brandingserved.com) e App Served (www.appdesignserved.co).

La loro forza è la passione che mettono nel lavoro che fanno, l'attenzione ai dettagli, la capacità di creare empatia con i progetti, come fossero loro. Per questo la loro firma è Designed with love by Nois3. Un metodo di lavoro che, racconta Carlo Frinolli, “è basato sul buonsenso, ma che noi pomposamente chiamiamo visual thinking” che vuol dire lavorare assieme al cliente, coinvolgerlo, parlare il suo stesso linguaggio. Sognano di crescere, di poter essere più tranquilli sul piano economico e di riuscire a farlo continuando a seguire i progetti nello stesso modo, con la stessa cura, lo stesso amore. Senza snaturarsi, ricordandosi sempre che “se diciamo briffare ci viene da ridere”.

La storia è stata raccontata da Paola Soriga, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -