SEGUICI SU
Indietro

Mauro Rotelli

Mauro Rotelli
Mauro Rotelli
Mauro Rotelli
Mauro Rotelli

La rivoluzione digitale è anche e soprattutto una rivoluzione culturale. Lo ha capito molto bene Mauro Rotelli, che ha costruito la sua figura di creativo sulle nuove tecnologie e sulle potenzialità offerte delle piattaforme multimediali. Rotelli ha una personalità ibrida e un eclettismo vorace: ha iniziato da ragazzo organizzando feste, capodanni ed eventi universitari; è poi passato alla politica, ricoprendo l'incarico di assessore per il comune di Viterbo. Oggi la sua attività spazia a trecentosessanta gradi attorno all'universo del digitale: formazione, consulenza, workshop, divulgazione e, soprattutto, narrazione.

Sì perché tra le passioni di Mauro c'è anche la fotografia da smartphone, una modalità di documentazione del presente che passa attraverso Instagram e i social network. I suoi scatti sono sempre in bilico tra la volontà di cogliere il mondo da un punto di vista del tutto nuovo e raccontare una storia che si svolge in quel mondo. Sono scatti, come lui, ibridi, colorati, fatti di angolazioni e giochi visivi in cui gli esseri umani sono raramente colti nelle loro espressioni: sembrano più testimoni secondari – spesso ripresi di spalle – di un paesaggio ancora magicamente naturale, quasi l'ipotesi di un'Italia come potrebbe essere e come in parte è. Un'Italia possibile e idealizzata, verrebbe da dire.

Ma l'esperienza di Rotelli non può essere compresa fino in fono se non la si raccorda a Medioera, il festival di cultura digitale e innovazione che ha fondato nel 2010 insieme ad altri amici. Medioera non è solo un festival di settore, uno tra i più importanti che ci sono in Italia: è il tentativo di mediare l'antico e il moderno, la cultura Medioevale di Viterbo, dove ha sede la manifestazione, e la Nuova era della comunicazione. È un punto d'incontro tra nuovi saperi in cui si confrontano competenze ed esperienze diverse. Mauro e i suoi amici lo hanno realizzato come veri pionieri, e da veri pionieri hanno trasformato tutto questo nel loro modo di vivere.

www.medioera.it

La storia di Mauro Rotelli è stata raccontata da Giorgio Nisini, scrittore

- SPAZI E LAVORI -