SEGUICI SU
Indietro

Playable Museum Award

Playable Museum Award
Playable Museum Award
l’esigenza di cambiare i nostri musei
Playable Museum Award
Playable Museum Award | l’esigenza di cambiare i nostri musei

Il Museo Marino Marini di Firenze annuncia il lancio della 1a edizione del Premio Playable Museum Award. Un progetto curato e coordinato da Fabio Viola, engagement scientist, nella top-ten mondiale dei game designer. Obiettivo: individuare contributi innovativi per la progettazione di iniziative pionieristiche per immaginare il museo del futuro, un hub di innovazione tecnologica, sociale e culturale che favorisca la partecipazione e il coinvolgimento attivo e spontaneo dei visitatori. “Il Playable Museum Award è una sfida e nasce dall’esigenza sempre più forte di cambiare il nostro modo di considerare i musei, anche per attrarre e coinvolgere le nuove generazioni” – dichiara Patrizia Asproni, Presidente del Museo di Firenze. “Il Marino Marini di Firenze vuole diventare un hub di innovazione e sperimentazione, un museo-laboratorio dove pensare e creare prototipi e idee da poter poi declinare anche in altri musei. La call, è uno degli strumenti che si utilizzeranno per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Spazio quindi a progetti e soluzioni innovative che incrementino l’audience development, per esperienze di visita più ricche e tempi/spazi di fruizione più ampi. La call è aperta a tutti, in italia e all’estero. L’unico limite è la propria immaginazione; si incoraggiano infatti sperimentazioni e visioni fuori dagli schemi. Rivolto a tutti i creativi del mondo: artisti, designers, architetti, makers, sviluppatori, creatori di videogiochi, musicisti, scrittori, grafici, manager culturali, storyteller, urbanisti, fisici, matematici, biologi, chimici … ma soprattutto immaginatori e sognatori. 

I progetti dovranno essere inediti e verranno vagliati da una giuria internazionale di esperti che verrà comunicata nel corso della call. Il vincitore sarà annunciato in occasione della riapertura del museo, a primavera 2018, e riceverà un grant di 10.000 euro e il supporto dei mentor della giuria per l’implementazione del progetto. Tutti i lavori riceveranno comunque visibilità attraverso la pubblicazione sul sito ufficiale dell’iniziativa e la specifica comunicazione collegata all’evento.