SEGUICI SU
Indietro

LUISA MAZZONE

LUISA MAZZONE
LUISA MAZZONE
Foto di Antonio Barrella
LUISA MAZZONE
LUISA MAZZONE

Nel 2010 Francesco Schietroma perde il lavoro. E non capisci bene quanto possa essere realmente drammatico, per un caricaturista uscito come pittore dall’Accademia delle belle arti di Roma, chiudere una parentesi di 10 anni passati nell’universo impiegatizio come sistemista Unix. A quel punto Francesco deve capire cosa fare: per un disegnatore con la passione del cinema — col senno di poi — la scelta non è poi così difficile: si ritrova a disegnare i grandi film mai girati, iniziando da “Something's Got to Give” di George Cukor.

Nel 2012, da poco terminato il centro sperimentale, Luisa Mazzone si trova alle soglie del mercato cinematografico, formata professionalmente per disegnare il cinema ma con una richiesta malamente retribuita per tappare i buchi nella scenografia de “La Grande Bellezza”. Ed ecco la seconda svolta drammatica: rinuncia e si concentra sul disegno. E disegna Pasolini, tanto Pasolini.

Nel 1966, Pier Paolo Pasolini inizia a scrivere un corto dal titolo “Le avventure del Re magio randagio e il suo schiavetto Schiaffo”, pensando a Totò come protagonista. Alla morte del Principe la sceneggiatura torna nel cassetto, ma non ci rimane mai a lungo: un poco alla volta si trasforma in “Porno-Teo-Kolossal”, lungometraggio summa dell’intera sua produzione poetica e cinematografica.

«Io stesso l’ho letto per intero oggi [...] E sono rimasto traumatizzato [...] Spero, con tutta la mia passione, non solo che il film ti piaccia e che tu accetti di farlo: ma che mi aiuti e m’incoraggi ad affrontare una simile impresa. Ti abbraccio con affetto, tuo Pier Paolo». Sono le parole che giungono a Eduardo De Filippo, il nuovo protagonista designato, incise sul magnetofono dal regista che, da lì a un mese, troverà la morte sulla spiaggia di Ostia.

Quel che è successo, quando Francesco e Luisa si sono incontrati nel 2010, potete immaginarlo: hanno iniziato a lavorare a una graphic novel su un grande film mai realizzato: “Porno-Teo-Kolossal” di Pier Paolo Pasolini. Un dettaglio: Francesco e Luisa non hanno ancora trovato l’editore giusto. Chiamate per farvi avanti. Anche ore pasti.

La storia è stata raccontata da Andrea Pergola, scrittore.

- SPAZI E LAVORI -