SEGUICI SU
Indietro

LORENZO RAFFI

LORENZO RAFFI
LORENZO RAFFI
Foto di Antonio Barrella
LORENZO RAFFI
LORENZO RAFFI

Una prima grande rivoluzione è stata rappresentata, pochi anni fa, dalla progressiva latitanza delle serie televisive dal piccolo schermo, che hanno preferito migrare una dopo l’altra sul web riconoscendo, in internet, una casa più confortevole e dinamica.

Oggi infatti il web non solo permette di recuperare online interi episodi di vecchie serie televisive ma anche di fruire di nuove serie che nascono proprio per il web, lontane dal piccolo schermo.

Così, per i fedelissimi del dopopranzo sul divano col telecomando tra le dita, qualcosa è cambiato.

Inutile dire che il mezzo di fruizione influisce sul prodotto (l’utilizzo dell’ebook ha risignificato, per esempio, il rapporto col tempo e con la memoria visiva del lettore).

Ma il mondo della comunicazione e della tecnologia, si sa, si muove veloce, addirittura in anticipo.

Lo sa bene Lorenzo Raffi, che, insieme alla squadra di Edge Lab – una tech agency che sviluppa, produce e commercializza prodotti e servizi innovativi nell’ambito digitale, specializzata in prodotti di Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e video 360° – ha ideato la web series Titanic – The Survivr.

Pensata in 4 puntate, la web series racconta la storia di quel che seguì al naufragio del Titanic. L’attenzione e la cura riservate alla ricostruzione dello sconcertante paesaggio post-naufragio, quasi da scenario post-apocalittico, sono funzionali all’esperienza immersiva che ogni utente potrà vivere immedesimandosi in prima persona con un sopravvissuto alla tragedia, sperimentando la sofferenza e la desolazione grazie all’avanzata tecnologia della Virtual Reality, fruibile tramite i visori di Google e Samsung.

La serie segna un passaggio di straordinaria importanza e innovazione per quanto riguarda l’arte dello storytelling; sono infatti rimessi in gioco i concetti stessi di narratore e “lettore/uditore”, poiché l’impiego della tecnologia a realtà virtuale permette al “lettore/utente” di ricoprire un ruolo attivo nel dipanarsi della vicenda. Una lezione notevole.

La storia è stata raccontata da Giorgio Ghiotti, scrittore.

- SPAZI E LAVORI -