SEGUICI SU
Indietro

Letizia Battaglia. Per pura passione.

Letizia Battaglia. Per pura passione.
Letizia Battaglia. Per pura passione.
Gli scatti di una donna contemporanea
Shobha - Ritratto di Letizia Battaglia - Courtesy l'artista
Letizia Battaglia. Per pura passione.
Letizia Battaglia. Per pura passione. | Gli scatti di una donna contemporanea

Ha  aperto i battenti lo scorso 25 novembre la grande mostra antologica dedicata a una delle figure più importanti della fotografia contemporanea non solo per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico da lei attribuito al fare fotografia.

La mostra Letizia Battaglia. Per pura passione, ospitata al MAXXI fino al 17 aprile, offre al pubblico oltre 200 scatti, provini e vintage print inediti provenienti dall’archivio storico della grande fotografa, insieme a riviste, pubblicazioni, film e interviste.
Un album ininterrotto dell’artista palermitana che passa dalle proteste di piazza a Milano negli anni Settanta al volto di Pier Paolo Pasolini, dai tanti morti per mafia, alla inconsapevole eleganza delle bambine del quartiere della Cala a Palermo; e poi le processioni religiose, lo scempio delle coste siciliane, i volti di Piersanti Mattarella, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, fino al feroce boss Leoluca Bagarella.
Un ritratto a 360 gradi per restituire l’intensità che caratterizza tutto il suo lavoro: dagli scatti all’impegno politico, dall’attività editoriale a quella teatrale e cinematografica sino alla recente istituzione del Centro internazionale di fotografia a Palermo.

Letizia Battaglia è stata la prima donna fotografa a entrare nella redazione di un giornale, il quotidiano L'Ora, e la prima a ricevere a New York, nel 1985, il prestigioso The W. Eugene Smith Award, dedicato alla fotografia umanistica.

«Con questa mostra celebriamo il lavoro straordinario di Letizia Battaglia fotografa, ma anche il suo impegno civile, la sua passione militante che l’ha vista incessantemente in prima linea per cause diverse, la legalità, la questione femminile, i problemi ambientali, i diritti dei carcerati - ha dichiarato Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi - Un impegno che le è valso molti premi e riconoscimenti in tutto il mondo».

Immagini Correlate
Letizia Battaglia, "Il Ballo, Festa di Capodanno a Villa Airoldi", 1985. Courtesy l'artista
Letizia Battaglia," Nella spiaggia della Arenella la festa è finita", Palermo, 1986. Courtesy l'artista