SEGUICI SU
Indietro

La Magia del Natale nel Lazio

La Magia del Natale nel Lazio
La Magia del Natale nel Lazio
I presepi viventi di sutri e corchiano
La Magia del Natale nel Lazio
La Magia del Natale nel Lazio | I presepi viventi di sutri e corchiano

L’atmosfera del Natale incanta grandi e piccini, tra luminarie sfavillanti, alberi addobbati e profumi della tradizione. Nel Lazio questa magia si unisce alla spiritualità, grazie alle tante suggestive rivisitazioni della Natività che animano i tantissimi borghi della regione.

Come Sutri, immersa nel Parco Archeologico della Necropoli etrusco-romana, dove ogni anno si svolge la magia del Presepe Vivente e per l’occasione le tombe etrusche, sapientemente illuminate con fiaccole romane, fanno da sfondo ai quadri messi in scena che riproducono la vita quotidiana della Palestina di 2000 anni fa.
Qui potrete ammirare figuranti in costume d’epoca, donne, uomini e bambini intenti a svolgere i lavori e i giochi quotidiani, guardie romane con il loro accampamento, i fabbri a battere il ferro e i fornai cuocere il pane. Sarà possibile assistere al Presepe Vivente il 1, il 6, 7 e l’8 gennaio. Il 6 gennaio potrete vedere i Re Magi raggiungere, partendo dalla Cattedrale di Sutri, la Capanna della Natività.

Altro appuntamento da non perdere è il Presepe Vivente di Corchiano, dove la colonna sonora di Nicola Piovani e la voce narrante di Gigi Proietti vi accompagneranno in una suggestiva atmosfera, facendovi immergere in un vero e proprio spettacolo teatrale all'aperto, impreziosito dalle note del grande compositore e dall'abilità vocale dell'attore romano.

L'appuntamento con la 47esima edizione dell'evento è per l’1, 5 e 6 gennaio: dalla tribuna installata per l'occasione sarà possibile godere di una visuale mozzafiato e apprezzare la scenografia che anche in questa edizione si arricchirà di nuovi e sorprendenti scorci, mestieri ed effetti speciali.
A fare il resto saranno i costumi che riprendono fedelmente i vestiti del tempo, gli effetti di scena e una location davvero unica, il "Monumento Naturale delle Forre", al quale si accede mediante un'imponente tagliata viaria di epoca etrusca scavata nel tufo. Un luogo di memoria storica intriso di antichi racconti, un tempo centro nevralgico della vita contadina di paese e oggi area naturale protetta.
 

Immagini Correlate