SEGUICI SU
Indietro

L'esserino che indossava tutti i giorni la corona

L'esserino che indossava tutti i giorni la corona
L'esserino che indossava tutti i giorni la corona
il coronavirus raccontato in una fiaba
L'esserino che indossava tutti i giorni la corona
L'esserino che indossava tutti i giorni la corona | il coronavirus raccontato in una fiaba

"L'esserino che indossava tutti i giorni la corona" è un progetto nato da tre professioniste in tre ambiti diversi ma unite dall’amore per la lettura e l'arte. Durante il periodo di lockdown causato dalla pandemia da coronavirus la psicologa Susanna Ascarelli, l’illustratrice Cecilia Caporlingua e la manager culturale Lior Misano si sono confrontate e hanno pensato a come spiegare ai bambini quello che stava accadendo in tutto il mondo. 

Da questo confronto è nata l'idea di un esserino che arriva da lontano, portando con sé la sua "corona" da cui è inseparabile: nella favola si parla di questo minuscolo essere che ha stravolto la nostra quotidianità e le nostre vite, senza mai nominare direttamente il virus. Anche nella realizzazione delle illustrazioni è stato scelto di rappresentare il virus con un aspetto simpatico e tondeggiante perché l’obiettivo non è quello di trattarlo come un nemico ma di rendere i bambini più consapevoli rispetto alla situazione attuale.

Nella fiaba si parla delle regole da rispettare e dei nuovi accorgimenti da adottare per evitare il contagio, della nuova quotidianità, spesso interrotta, e delle difficoltà di stare lontano dai propri cari; si parla inoltre dell'importanza della medicina e della ricerca per affrontare questa emergenza mondiale. La favola racconta ciò che sta accadendo tenendo in considerazione la voglia di sapere dei bambini ma parla anche ad un pubblico di adulti. 

- Immagini Correlate -