SEGUICI SU
Indietro

L’era della graphic dancing

L’era della graphic dancing
L’era della graphic dancing
Capire il ballo, i suoi movimenti, correggere gli errori con un'app
L’era della graphic dancing
L’era della graphic dancing | Capire il ballo, i suoi movimenti, correggere gli errori con un'app

La danza classica non è mai stata così moderna. Spesso, molti non adepti al balletto lamentano di non comprenderne tutti i movimenti. La designer Lesia Trubat González sembrerebbe aver risolto il problema con E-Traces (ElectonicTraces). Si tratta di un wearable che cattura i movimenti dei ballerini e li trasforma in sensazioni virtuali, come si può vedere sul sito della designer.

La guida Arduino
Il punto focale sono le calzature, che attraverso il contatto con il terreno e grazie alla tecnologia Lilypad Arduino, registrano la pressione e il movimento dei piedi e inviano un segnale a un dispositivo elettronico. Una speciale app consente di convertire tali segnali in segni grafici, permettendo anche di customizzarli per soddisfare ogni utente e ogni sua esigenza. Tutte le mosse possono essere visualizzate in formato video, così come è possibile estrarre immagini e stamparle. Gli stessi ballerini, in questo modo, saranno in grado di studiare i propri movimenti, di modificarli, confrontarli e, non ultimo, correggerli. I segni che vengono sviluppati dai ballerini, infatti, ricordano molto quelli di un'elegante scrittura calligrafica e possono quasi ipnotizzare con la loro sinuosità che abbraccia note e tempi ben scanditi.

Primi passi con la danza
Ovviamente, la danza rappresenta solo un primo step. L'idea di Lesia Trubat González è di utilizzare il progetto anche per altre discipline. Le applicazioni possono essere moltissime: dall'auto-apprendimento all'uso didattico durante diverse tipologie di corsi sportivi, fino alla rappresentazione grafica per arricchire di maggiori input qualsiasi spettacolo dal vivo.

- Immagini Correlate -
L’era della graphic dancing