SEGUICI SU
Indietro

L'arte contemporanea a Roma

L'arte contemporanea a Roma
L'arte contemporanea a Roma
percorso tra i luoghi dedicati al contemporaneo
L'arte contemporanea a Roma
L'arte contemporanea a Roma

Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l’elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse.
Pablo Picasso

Il termine arte contemporanea è tutto quello che si è dipinto, scolpito, creato, dopo il periodo post contemporaneo fino ad oggi. Come per la letteratura, l’arte contemporanea è orfana del passato, ma anche figlia dell’antica Grecia, del Rinascimento, dei movimenti dell’800. E’ costruzione e distruzione di tutto ciò che l’ha preceduta, affermazione del vero e del falso, contraddizione di se stessa. Trasformandola in altro, adattandosi alla velocità, alle atrocità, alla disgregazione dell’io individuale e collettivo figlio dei tempi moderni. L’arte contemporanea racconta per eccesso, per difetto, per provocazione, ma mai per sbaglio i tempi confusi  e folli che stiamo vivendo. Si è fatta specchio spietato, deformato e deformante della nostra realtà.
A Roma, antica e moderna, sacra e profana, città contraddittoria per definizione c’è un percorso tra i luoghi dove l’arte contemporanea viene celebrata, mostrata e vissuta.

MACRO- Museo d’Arte Contemporanea
Il MACRO di via Nizza si trova nel quartiere romano Salario-Nomentano e occupa parte del complesso che fino al 1971 la Società Birra Peroni impiegò per le sue attività di produzione. Il MACRO ospita nei suoi spazi espositivi mostre di artisti stranieri ed emergenti, segnando il passo con le nuove tendenze della scena contemporanea. Al MACRO è presente un continuo e variegato programma di appuntamenti – tra presentazioni di libri, lezioni, conferenze e proiezioni – adatti ad un pubblico eterogeneo e di ogni generazione, compresa quella 2.0. La struttura porta la firma di Odile Decq e si estende su una superficie espositiva di quasi 4.350 mq, cui si aggiungono le aree dedicate ai servizi e al pubblico: la grande terrazza, la sala conferenze, il bookshop, il ristorante, il bar, il parcheggio e l’area didattica. Fino al 1° ottobre 2017 ospiterà la mostra Cross the Streets dedicata alla street art e al writing, celebrando i più importanti artisti che hanno segnato le tappe fondamentali di questo movimento a livello internazionale e locale.
www.museomacro.org

MAXXI- Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo
Il MAXXI è la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea. I suoi spazi irregolari sono stati progettati dalla visionaria e indimenticabile Zaha Hadid  e si estendono fino a 27.000 mq. Il MAXXI è il luogo d’eccellenza dell’arte contemporanea a Roma, con le tante opere della collezione permanente che spaziano dagli studi sull’equilibrio, la forma, i materiali, la luce fino ad esposizioni che richiedono l’attivazione dei cinque sensi. Il MAXXI è un laboratorio di sperimentazione e innovazione culturale, di studio, ricerca e produzione di contenuti estetici del nostro tempo.
www.maxxi.art

GNAM- Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea
L’edificio, composto da ben 55 sale , custodisce la più grande collezione di arte contemporanea italiana, con oltre 4400 opere di pittura e scultura e circa 13000 disegni e stampe di artisti – prevalentemente italiani – dell’Ottocento e del Novecento. Nell'ottobre 2016 la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ha scritto un nuovo capitolo della sua storia portando a compimento l’ampio processo di trasformazione, riorganizzazione e riallestimento con la restituzione al pubblico di spazi completamente rinnovati e la profonda rilettura delle sue collezioni. La Galleria Nazionale si propone oggi come luogo di scoperta, aperto alla ricerca e alla contemplazione e spazio di riflessione sui linguaggi, sulle pratiche espositive e sul ruolo del museo contemporaneo.
lagallerianazionale.com

MACRO Testaccio
MACRO Testaccio trova sede nel complesso ottocentesco dell’ex-Mattatoio, in un’area della città sempre più si sta caratterizzando per la ricchezza di manifestazioni culturali ed eventi artistici. Nelle sue vicinanze trovano spazio la Facoltà di Architettura, la Pelanda, il nuovo mercato del quartiere e la Città dell’altra Economia. Gli originari padiglioni che caratterizzano l’intero complesso architettonico, costruiti fra 1888 e 1891 da Gioacchino Ersoch, testimoniano il passaggio dal classicismo alla modernità e costituiscono un importante esempio storico dell’architettura industriale monumentale e razionale della fine del secolo. Il Macro Testaccio dà spazio a mostre ed eventi che presentano alcune delle più rilevanti espressioni artistiche internazionali e nazionali, dal RomaEuropa Festival alla mostra di Honetschläger, fino all’Arf! Festival.
www.museomacro.org

- LE OPERE -
MACRO
MAXXI
GNAM
MACRO Testaccio