SEGUICI SU
Indietro

ILARIA CIANFARANI

ILARIA CIANFARANI
ILARIA CIANFARANI
Foto di Antonio Barrella
ILARIA CIANFARANI
ILARIA CIANFARANI

Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio. Sono le parole di un proverbio africano e sono quelle che hanno ispirato il progetto di Ilaria Cianfarani: uno spazio dedicato interamente ai bambini dai 4 ai 36 mesi all’interno del coworking L’Alveare.

Con i bambini, Ilaria Cianfarani ci lavora da sempre. Comincia come infermiera pediatrica in sala parto per poi conseguire una Laurea in Psicologia dell'età evolutiva.

Si dedica con interesse e passione al sostegno genitoriale, tenendo corsi di massaggio infantile, dando assistenza al puerperio a domicilio, all’allattamento e alla cura del neonato nei primi giorni dal rientro dall’ospedale.

Le sue iniziative attirano l’attenzione dell’associazione di volontariato Città delle Mamme, che le propone una collaborazione. È proprio Città delle Mamme a coinvolgerla nella realizzazione de L'Alveare, innovativo esempio di welfare urbano che unisce al coworking un progetto educativo. Ilaria si occupa di tutti gli aspetti del suo “spazio baby”: dal programma pedagogico all’arredamento fino alla modulistica, curando ogni elemento nel dettaglio.

Ma non è sola. Questa realtà unica nel suo genere è frutto di un ottimo lavoro di squadra. È infatti insieme alle sue socie Serena Baldari, Daniela Sacco e Francesca Ventura, che nel 2013 Ilaria vince il bando Innova InCoop di Coop Start Up.

Nella gestione delle attività è poi affiancata da un’altra educatrice, Federica Ricci, “fedele compagna di avventure”, come lei stessa la definisce.

Lo “spazio baby” de L’Alveare è pensato per conciliare i tempi di vita e lavoro dei genitori e sostenere le donne al rientro nel mondo lavorativo ma anche per venire incontro alle esigenze specifiche di ogni bambino.

Tra laboratori di arte e pittura, manipolazione di farina o sabbia, letture animate garantite dalla biblioteca comunale e lezioni di musica con il metodo Gordon, i bambini hanno modo di imparare, divertirsi e socializzare in un contesto sicuro, insieme ai genitori o in modo autonomo, secondo una precisa organizzazione.

La storia è stata raccontata da Ida Amlesù, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -