SEGUICI SU
Indietro

Giovanni De Angelis

Giovanni De Angelis
Giovanni De Angelis
Giovanni De Angelis
Giovanni De Angelis

“Una bella fotografia è quella che anche dopo che l’hai vista, guardata, stampata  - ed è ormai un’opera  - chiudendo gli occhi ricordi ancora”. È questo il risultato che cerca di raggiugere con il suo lavoro Giovanni De Angelis, fotografo quarantenne tra i più quotati sulla scena capitolina e  nazionale. Il suo primo incontro con la macchina fotografica avviene molto presto: lui ha solo 9 anni ed è il regalo per la prima comunione. Da quel giorno Giovanni non smette più di scattare.

Lo stile
Le sue immagini non seguono una moda o una tendenza. Sono foto in bianco e nero e sono fotografie reali, non sono artefatti tecnologici.

Il momento più creativo
La mattina sotto la doccia. Lì Giovanni rielabora tutte le idee, gli dà una forma precisa che poi riesce a realizzare come progetto concreto.

Il progetto più importante
“Water drops”, un lavoro a sfondo sociologico, una  serie di ritratti di gemelli che vivono nella città brasiliana di Candido Godoi. Un altro lavoro importante è stato realizzato per la Regione Lazio, a cura di Claudio Libero Pisano: una sequenza di foto in alcuni piccoli comuni del reatino lungo la via Francigena, con protagonista… un asino.  

Il sogno…
Continuare a fare quello che sta già facendo per il resto della sua vita. Sempre alla ricerca del ritratto vincente, quello che ancora deve realizzare. Forse.

- SPAZI E LAVORI -