SEGUICI SU
Indietro

Il Cinema in Festa a Roma

Il Cinema in Festa a Roma
Il Cinema in Festa a Roma
11 giorni di cinema, rassegne e incontri con artisti di fama internazionale
Il Cinema in Festa a Roma
Il Cinema in Festa a Roma | 11 giorni di cinema, rassegne e incontri con artisti di fama internazionale

Quella che vedete in testata è una scena di Moonlight di Barry Jenkins, il film d’apertura dell’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, un’opera quella di Jenkins potente, realistica e poetica sull’identità, il senso di appartenenza, la famiglia, l’amicizia e l’amore.
La Festa del Cinema punta quest’anno su varietà, qualità e internazionalità.
Dal 13 al 23 ottobre, 44 film e documentari, provenienti da 26 paesi diversi, andranno in scena all’Auditorium Parco della Musica e in altre sale e spazi culturali della capitale, dal centro alla periferia, cominciando con il Villaggio del Cinema, nel quale sarà allestita una tensostruttura di circa ottocento posti.
Una festa “migrante”: dalla scalinata di Trinità dei monti, che ospiterà la proiezione di una versione restaurata di Vacanze romane, alla scuola multietnica Di Donato, dal carcere di Rebibbia a un drive in organizzato per l’occasione dalla Madza all’Eur.
E soprattutto una festa e non un festival, senza concorsi e cerimonie, in cui, come l’anno scorso, l’unico riconoscimento previsto sarà il Premio del pubblico Bnl, attribuito dagli spettatori.
La vera novità di quest’anno saranno gli “incontri ravvicinati” con il pubblico, la possibilità per gli spettatori di ascoltare artisti del calibro di Tom Hanks, David Mamet, Meryl Streep, Daniel Libeskind e ancora Oliver Stone, Andrzej Wajda, Bernardo Bertolucci, Lorenzo Cherubini, Roberto Benigni, Paolo Conte.
Quattro le opere italiane in programma: 7 minuti di Michele Placido, Sole cuore amore di Daniele Vicari, Naples ’44 e Maria per Roma dell’esordiente Karen Di Porto.
Molto attesi anche The birth of a nation di Nate Parker, Florence Foster Jenkins di Stephen Frears, Manchester by the sea di Kenneth Lonergan, il già citato Moonlight e Afterimage di Andrzej Wajda.
Da non dimenticare i documentari Into the inferno che Werner Herzog ha ambientato in Antartide e Rolling Stones olè olè olè sul concerto che la storica band americana ha tenuto all’inizio dell’anno a L’Avana.
Il programma completo sul sito della manifestazione.

- Immagini Correlate -
Il Cinema in Festa a Roma