SEGUICI SU
Indietro

Graffittari del '600 a Palazzo Farnese

Graffittari del '600 a Palazzo Farnese
Graffittari del '600 a Palazzo Farnese
Ritrovati una novantina di dipinti e incisioni di writer ante-litteram nella Galleria dei Carracci
dettaglio Galleria dei Carracci
Graffittari del '600 a Palazzo Farnese
Graffittari del '600 a Palazzo Farnese | Ritrovati una novantina di dipinti e incisioni di writer ante-litteram nella Galleria dei Carracci

Anche nel Seicento e Settecento esistevano i writer, anche se non si chiamavano così. Durante il recente restauro della Galleria dei Carracci di Palazzo Farnese a Roma, sede dell'ambasciata di Francia, sono stati scoperti sulle pareti circa una novantina di disegni e iscrizioni a opera di quelli che potremmo definire dei graffittari ante-litteram.

I graffiti di Palazzo Farnese
La natura di questi disegni o incisioni è assai varia: si va da semplici firme a opere più complesse. Alcune di sicuro valore, e già oggetto di studi per realizzare una pubblicazione ad hoc. Ritratti, caricature, schizzi, progetti fissati in modo indelebile sui muro del nobile palazzo romano. A volte si tratta anche di riproduzioni degli stessi affreschi della galleria, tra i cicli pittorici più importanti di ogni tempo. E qui è evidente come emergano writer con abilità diverse, a dimostrazione della grande voglia di mettersi comunque all’opera, senza alcun timore.

Writer del Rinascimento
Tra le opere dei graffitari di Palazzo Farnese spiccano le raffigurazioni realizzate da Pier Leone Ghezzi, famoso caricaturista dell'epoca, il cui lavoro è stato riconosciuto grazie al suo tratto particolare, e di pittori del calibro del francese Prixde Rome Jean-Hugues Taraval. A scoprire le opere sono stati gli studiosi che hanno condotto il restauro conservativo, reso necessario dal deterioramento causato dal passare dei secoli.

- Immagini Correlate -
Palazzo Farnese - Dipinto della Galleria dei Carracci
Graffittari del '600 a Palazzo Farnese