SEGUICI SU
Indietro

GILDA CICCONE

GILDA CICCONE
GILDA CICCONE
Foto di Antonio Barrella
GILDA CICCONE
GILDA CICCONE

Dopo aver vinto un bando della Regione Lazio per la creazione di imprese culturali e creative e dopo aver costruito la vera e propria azienda nel novembre del 2015, Gilda Ciccone e le sue collaboratrici sono approdate al successivo progetto di “Indiefilmchannel.tv”, ovvero una piattaforma online di video on demand per mezzo della quale è possibile accedere alla visione in presa diretta di produzioni aristiche legate al mondo della cinematografia indipendente, sia quella italiana che quella internazionale. 

Qual è l'obiettivo?

Innanzitutto combattere la pirateria, promuovendo così la legalità on line e sensibilizzando quanti navigano nella rete a sostenere i professionisti del settore; in secondo luogo, dare la possibiltà a quei creativi che non riescono ad arrivare in sala di avere e creare man mano un pubblico capace di apprezzarli; infine, consentire anche a quelle aree che normalmente non verrebbero mai raggiunte da determinate pellicole, meno commerciali e quasi sempre qualitativamente migliori, di poter godere anch'esse di un cinema fondato su altri canoni, differente, solo apparentemente anonimo.

«Chi di solito rimarrebbe escluso dalla grande distribuzione» dice la Ciccone, «trova in questo modo una valida alternativa per svincolarsi dalle difficoltà dal farsi conoscere e distribuire dai player, contribuendo inoltre alla circolazione di opere di valore non solo in ambienti di addetti ai lavori, ma potenzialmente ovunque».

Capillarità territoriale dunque, e velocità e democrazia di diffusione; libertà di scelta e condivisione: sono queste le parole chiave del progetto di Gilda Ciccone, che ha già portato a casa importanti vittorie, come  il Premio Foggia Film Festival assegnato alla pellicola “I toni dell'amore”, distribuita fin dall'inizio da Indiechannel.tv.

La storia è stata raccontata da Angela Bubba, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -