SEGUICI SU
Indietro

GAIA FABIANI

GAIA FABIANI
GAIA FABIANI
Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi
GAIA FABIANI
GAIA FABIANI

Nel 2016 Gaia, Michael e Denis fondano la loro agenzia di comunicazione. Poco più tardi si aggiungono altri tre soci, tutti giovanissimi e altamente specializzati, e due freelance. “Siamo cresciuti molto velocemente” raccontano, fieri di questa loro creatura: la HUD Agency. Gaia, dopo la laurea in Economia Project Management, ha frequentato un master in Design e uno in Web Marketing. Michael, laureato in Grafica Design allo IED, si sta specializzando nel digital: web design, user interface e user experience design. Denis è sviluppatore web e app, Sara copywriter, Matteo fotografo, Genny fashion designer e illustratrice, Mirko sviluppatore, Giuseppe videomaker. “Siamo un team”, ripetono quasi in coro. Ci tengono a presentarsi come un gruppo di amici, oltre che di professionisti; mi raccontano delle loro trasferte, delle passioni comuni, “siamo umanamente molto uniti”. “Gli HUD” cercano, prima di tutto, l’empatia con il cliente: “A fine lavoro non siamo più dei semplici fornitori ma veri e propri partner”. Non vendono un sito web o un’app ma un concept: realizzano tutto ciò di cui il cliente non sa ancora di avere bisogno. Con l’utilizzo della realtà virtuale 3D, per esempio, la HUD è stata in grado di trasportare i visitatori di una fiera negli stabilimenti di un’azienda con sede all’estero, grazie a un video immersivo a 360 gradi. A differenza di altre giovani startup, la HUD non ha il problema di trovare lavoro ma di darne: “Non è facile attirare professionisti a Latina, ma da qui non ci muoviamo”. “La crisi?”, chiedo io. Mi rispondono che “è stata la nostra fortuna”, perché le aziende che si rivolgono a loro hanno già speso per prodotti di basso livello e approdano alla HUD con la speranza - mai vana – di ottenere vantaggi immediati.

La storia è stata raccontata da Anna Giurickovic Dato, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -