SEGUICI SU
Indietro

FRANCESCO BOLOGNESI

FRANCESCO BOLOGNESI
FRANCESCO BOLOGNESI
Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi
FRANCESCO BOLOGNESI
FRANCESCO BOLOGNESI

Dai banchi di scuola, dove inizia a strimpellare le prime canzoni, arriva ai banchi dei tribunali per poi tornare a scuola, questa volta nel ruolo duplice di educatore e cantautore. Incontro l’avvocato e artista Francesco Bolognesi tra un’udienza e l’altra, attraversando Roma da parte a parte, la città che nella sua canzone invita i ragazzi a sentirsi come a casa loro. Lui è cittadino del mondo, viaggiatore instancabile ma soprattutto autore di canzoni legate da un filo conduttore sottile quanto tenace: inviare messaggi sociali. “Riprendiamoci tutta la città” è un manifesto musicale del progetto Retake Scuole, promosso dall’Associazione Retake Roma, movimento che ha innescato una silenziosa concreta rivoluzione di cittadinanza attiva. Francesco ha quasi sfiorato la notorietà dopo aver frequentato l’Accademia di Sanremo, aver registrato due album e fatto molte altre esperienze, che lo hanno formato umanamente prima ancora che come artista. Da avvocato penalista conosce bene l’importanza delle prove, mi mostra la foto del momento in cui ha messo piede all’Abbey Road Institute per registrare un pezzo grazie a una coincidenza fortuita. Ma la fama non lo interessa, si definisce “scollegato dal mondo artistico tradizionale”. Gli ultimi suoi pezzi sono legati a contesti delicati come il carcere femminile e la disabilità. Il video “Riprendiamoci tutta la città” ha coinvolto l’Istituto Antonio Rosmini a Boccea. Glistudenti colpiti dal brano ideato e scritto da Francesco - ora acquistabile online - hanno voluto interpretarlo con l’orchestra scolastica. La musica di Francesco travalica i muri delle scuole e punta alla creazione di una nuova educazione, da condividere con tutta la città.

 

La storia è stata raccontata da Elisa Cappai, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -