SEGUICI SU
Indietro

FEEDING THE PLANET 2 FUTURE ENERGY

FEEDING THE PLANET 2 FUTURE ENERGY
FEEDING THE PLANET 2 FUTURE ENERGY
con l'alto Patrocinio del Parlamento europeo e della Commissione europea un concorso per artisti e creativi
FEEDING THE PLANET 2 FUTURE ENERGY
FEEDING THE PLANET 2 FUTURE ENERGY | con l'alto Patrocinio del Parlamento europeo e della Commissione europea un concorso per artisti e creativi
La creatività è al 100% energia pura. Energia in grado di innovare, creare o rendere migliore ciò che già esiste. Da questa riflessione nasce il bando “Feeding the Planet 2 Future Energy”, che si pone l'obiettivo di reinterpretare in chiave artistica tutte le forme necessarie di energia per un futuro migliore. Detto in altre parole: cosa può fare, che contributo può dare l'artista, il creativo puro, con il suo supporto geniale e visionario per orientare, stimolare e incentivare l’uso di energie pulite e rinnovabili? 
 
Visto il tema di grande attualità e la rilevanza politica, sociale e culturale del progetto a livello mondiale, il bando è patrocinato dal Parlamento Europeo e dalla Commissione Ue. Il concorso,  promosso da Moreno Panozzo - Fabbrica Pensante Milano, si rivolge a tutti i creativi di ogni origine artistica e culturale: pittori, scultori, architetti, designer, stilisti, grafici, fotografi, decoratori, incisori, scrittori, poeti, musicisti, di ogni nazionalità ed età.
 
Le opere, che dovranno essere inviate entro il 31 agosto 2016, possono essere realizzate con qualsiasi forma di espressione, tecnica e di supporto: olio, acrilico, inchiostro, vinile, acquarello, grafite, matita, tela, carta, legno, ferro, ceramica, vetro, materiali sintetici, materiali di recupero, di riciclo ed alternativi, senza nessun limite. Le misure delle opere devono essere di 22x22 cm con uno spessore variabile da 5 a 8 cm. Sul retro di ciascun’opera  devono essere presenti il titolo, l’anno e la firma dell’autore. 
 
Premi, sezioni e criteri di valutazione
Il valore complessivo del concorso è di 65.000,00 euro. I premi verranno assegnati a seguito del giudizio della Commissione Scientifica, presieduta e diretta dal prof. Moreno Panozzo, in base alla corrispondenza delle opere a una serie di criteri specifici: stretta relazione con il tema del progetto;  sensibilità nell’interpretare il tema in chiave artistica; originalità nell’uso dei materiali, quantità di opere presentate; partecipazione  del progetto a più eventi.
 
Il creativo può, infatti, partecipare al concorso senza alcuna variazione sulla quota contributiva, presentando un numero variabile di opere: da un minimo di una ad un massimo di quattro. Nello specifico, le sezioni del concorso differiscono in base al contesto nazionale, internazionale o mondiale delle sedi dove saranno esposte le opere in concorso, con differente quota di partecipazione. Le categorie sono: ITALY (Italia);  EUROPE (Germania, Francia, Polonia, Austria); WORLD (Russia, Cina, Australia, Indonesia, Sud America, Emirati Arabi, Stati Uniti d’America), UNIVERSAL  (Italia, Germania, Francia, Polonia, Austria, Russia, Cina, Australia, Indonesia, Sud America, Emirati Arabi, Stati Uniti d’America). Per quest’ultima  sezione, sono richieste necessariamente quattro opere, in vista di una grande esposizione in programma presso il Parlamento europeo nel 2017.