SEGUICI SU
Indietro

Fausto Maria Franchi

Fausto Maria Franchi
Fausto Maria Franchi
Quando l'arte orafa si fa scultura evocativa
Fausto Maria Franchi
Fausto Maria Franchi

Fausto Maria Franchi nasce a Roma il 9 maggio 1939. La sua formazione avviene presso il Museo Artistico di Roma, ramo oreficeria. Il riconoscimento della critica avviene, nel 1964, con il 1° Premio per il Concorso Nazionale d’Oreficeria, indetto dal Ministero dell’Industria e Commercio”, con la prima personale a New York, “Creazioni d’argenti bianchi”, in occasione dell’inaugurazione della Libreria Rizzoli nel 1965 con la committenza della legatura del “Libro d’oro della città di Roma”. Dalle sue esperienze di viaggio in Germania, Olanda, Ungheria, Giappone e negli U.S.A. trae sempre un’ispirazione, un insegnamento, un tocco che sarà rievocato in un dettaglio di una delle sue creazioni.  Orafo e artista di fama internazionale, Fausto Maria Franchi propone gioielli, vere e proprie sculture corporee in oro dai forti colori e dagli accenti asimmetrici, accusativi o evocativi, argenti che rompono i limiti della convenzionalità, giocosi, emozionanti e piccole sculture di bronzo la cui personale poetica affronta senza limiti sia l’immaginario barocco sia l’informale europeo.

Un artista che viaggia attraverso la continua ricerca di un linguaggio che invade la mente e spinge le mani al pensiero, sotto il severo controllo di un mestiere antico, che regala al pubblico un complesso intreccio di domande e risposte tra i sensi.

I lavori di Fausto Maria Franchi sono forme libere nell'espressione e formano un personale lessico espressivo dove piccolo e grande perdono la loro essenza, rompendo i limiti della convenzionalità, chiudendo e dischiudendo il cerchio della ricerca, e portando lo spettatore a ripensare il proprio modo di guardare le cose, evadendo da una visione prestabilita e aprendosi al nuovo.

Le opere di Fausto Maria Franchi fanno parte della collezione museale del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze e dello Schmuckmuseum di Phorzheim, del Neue Sammlung - Staatliches Museum München, Modern Museum di Monaco, oltre ad essere presenti in numerose collezioni private.

POTREBBE INTERESSARTI