SEGUICI SU
Indietro

DAVIDE TERRANA

DAVIDE TERRANA
DAVIDE TERRANA
Foto di Antonio Barrella
DAVIDE TERRANA
DAVIDE TERRANA

All’anagrafe è Davide Terrana. In arte è Sblendone. Ma il nome con cui preferisce, fra tutti, farsi chiamare è quello di essere umano. Un Essere Umano. Lo considera il capolavoro massimo della natura, il punto più alto che abbia mai toccato.

Una laurea in Industrial Design all'ISIA di Roma, Sblendone si appassiona alla progettazione di oggetti destinati alla produzione seriale, specializzandosi successivamente in Visual Design. Terminati gli studi, comincia a collaborare con agenzie di progettazione e pubblicità sul territorio italiano, per le quali immagina e realizza materiale divulgativo e conoscitivo di vario genere, dalle foto alle brochures, dai biglietti da visita alle brand identities. Solo recentemente, dopo aver seguito un corso di film making, Sblendone si lancia nel campo della progettazione video, lavorando per artisti emergenti e campagne di divulgazione virale.  Un percorso artistico a tuttotondo che, indagando il mondo del design nei suoi aspetti più diversi, gli permette di giungere a una comprensione profonda e dettagliata della sua disciplina e di soddisfare in modo ottimale le esigenze dei suoi clienti.

In DiSegni, Sblendone esplora e declina in modo vario e mai banale il fascino della serialità, alla ricerca di una bellezza che trascende l’elemento concreto. Protagonisti degli scatti sono soggetti quotidiani ed elementi architettonici, figure onnipresenti nella vita di ogni giorno. Grazie a un sapiente gioco tra luci e ombre, che trasfigura il volto usuale dei soggetti in simbolo, Sblendone restituisce al mondo la meraviglia semplice delle forme e allo spettatore la capacità di stupirsi di fronte alla normalità del bello. Uno sguardo metafisico sull’esistente, dove l’immobilità della fotografia sembra garantire l’ultima possibilità di fuga dalla frenesia della moderna vita urbana.

La storia è stata raccontata da Ida Amlesù, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -