SEGUICI SU
Indietro

Danilo Di Meo, foto di Vite non viste

Danilo Di Meo, foto di Vite non viste
Danilo Di Meo, foto di Vite non viste
Un reportage fotografico alla Casa internazionale delle Donne
Danilo Di Meo, foto di Vite non viste
Danilo Di Meo, foto di Vite non viste | Un reportage fotografico alla Casa internazionale delle Donne

Letizia - Storia di vite non viste è il racconto fotografico di Danilo Garcia Di Meo, vincitore del Gran Premio al prestigioso Andrei Stenin International Photo Contest patrocinato dall’Unesco, che sarà in mostra a Roma alla Casa Internazionale delle Donne dal 6 all’11 dicembre.
La mostra è stata anche a Mosca, Istanbul, Città del Capo e presto sarà a Parigi, Berlino e Cairo.
Di Meo ha partecipato con Letizia al Contest “100 storie di creatività” del Lazio, presente sul portale.
Letizia è una 32enne con tetra paresi spastica, ma è soprattutto una giovane donna che vive la sua vita facendo tutto ciò che le è possibile e, a volte, anche di più.
Il racconto di Letizia è il racconto di una donna che affronta la sua vita autodeterminandosi, per  la  costruzione di una società migliore per tutti.
E Di Meo fotografa quello che sfugge all’occhio distratto dei più, in un Paese che si deve ancora molto confrontare su temi come l’inclusione sociale e culturale e stereotipi che pervadono la cultura istituzionale e quella comune, pregiudizi di genere, razza, minoranze e diversità.
Il reportage sarà arricchito da diversi appuntamenti che ne condivideranno riflessioni ed emozioni. Nella giornata inaugurale, il 6 dicembre, ci sarà la performance dedicata a Frida Khalo, curata dall’attrice Alessandra Mosca Amapola.
Domenica 11 invece si svolgerà la tavola rotonda Esperienze di vite non viste, con  scatti fotografici realizzati nella sezione Alta sicurezza di Rebibbia femminile e a Tor Bella Monaca. L’occasione permetterà un lavoro sinergico tra varie realtà che promuovono cambiamento sociale e lavorano per il riscatto di identità individuali e collettive:  l'Ong AMREF, le cooperative Il Pungiglione e Befree, il Perugia Social Photo Fest, l'Associazione Per Ananke . 
Infine, sempre nella stessa giornata, Francesca Tricarico, attrice e regista, offrirà la sua interpretazione a un breve e intenso reading di chiusura in questo speciale viaggio nella fotografia sociale.

Immagini Correlate