SEGUICI SU
Indietro

CRISMA

CRISMA
CRISMA
Foto di Antonio Barrella
CRISMA
CRISMA

Con sede nel quartiere Pigneto di Roma e a due passi dallo storico quartiere San Lorenzo, il Collettivo di artisti Lab. Aquattro è un modello originale e lodevole di laboratorio artistico fondato nel 2013 da Emma Verdet, Martoz, Gemma Vinciarelli, Chiara Lanzieri e Alessio Spataro.

Nei suoi locali, Lab. Aquattro organizza e ospita mostre ed eventi dedicati al mondo dell’illustrazione, della grafica, del fumetto, della street art, campi d’interesse del collettivo fin dalla sua nascita. Si tratta di forme d’arte che, oggi più che mai, si offrono come punto d’osservazione privilegiata sulla realtà sociale delle città e dei paesi. Attraverso le immagini si raccontano storie e attraverso le storie ci si interroga, si dialoga, si ragiona insieme.

Nell’aprile 2016, forte del lavoro culturale svolto in più di due anni di attività, Lab. Aquattro ha deciso di cimentarsi con una rivista di fumetti annuale a tematica comune che ha preso il nome di “Crisma”.

Il tema di ogni singolo numero verrà scelto dal Collettivo e declinato nei suoi aspetti più originali e inaspettati da autrici e autori differenti, chiamati a collaborare con la rivista secondo una attenta e accurata selezione.

Si tratta di una rivista autoprodotta a Roma da Lab. Aquattro e Csa La Torre ed è stata concepita dagli ideatori come un prodotto artistico unico nel suo genere, curato nei minimi dettagli e impreziosito dal doppio testo in lingua italiana e in lingua inglese.

Crisma n.1 (Formato A4, 96 pagine, brossura, 10 euro) è interamente dedicata al tema del cibo da asporto e ospita dodici firme di giovani artisti romani che hanno saputo interpretare l’argomento con intelligenza e freschezza.

Se è vero che per Elsa Morante “Hai mangiato?” era la domanda del vero amore, questo primo numero di Crisma ha in sé un grande fantasma più simile a un guru che si aggira, di fumetto in fumetto, tra queste pagine, tra l’odore di carta e di street-food. 

La storia è stata raccontata da Giorgio Ghiotti, scrittore

- SPAZI E LAVORI -