SEGUICI SU
Indietro

COSIMO PALMISANO

COSIMO PALMISANO
COSIMO PALMISANO
Foto di Antonio Barrella
COSIMO PALMISANO
COSIMO PALMISANO

Quando ho incontrato Cosimo Palmisano mi ha chiesto se sapevo cosa fosse l'Internet of Everything (IOE): stavamo parlando delle città in cui aveva vissuto, da Taranto a San Francisco, fino a San Felice Circeo, quando ha iniziato a spiegarmi come il mondo virtuale può ricalcare quello reale, con la creatività tecnologica, le idee, le informazioni e le cose.

“L'Internet delle Cose, il monitoraggio dei social, l'importanza dei clienti: questi dati che vagano nel cloud, io ho sempre voluto imbrigliarli, razionalizzarli, farli diventare qualcosa”: è nata così Ecce Costumer, l'idea imprenditoriale di questo ingegnere delle telecomunicazioni che si occupava di modelli statistici predittivi. Oltre ai riconoscimenti, Cosimo ha ottenuto un finanziamento per andare nella Silicon Valley a cercare fondi e potenziali partner per la sua idea, e ci ha trovato un altro ingegnere italiano, Franco Petrucci, che era lì per raccontare la sua Decisyon, fondata nel 2005. “Franco è un visionario: quando ho capito che la sua tecnologia era complementare alla mia idea, mi sono presentato”.

Quello è stato il momento in cui sono nate tutte le cose: le esperienze di Franco e Cosimo si sono unite, la loro immaginazione, la capacità di implementare le idee e l'ambizione nella ricerca di fondi li hanno portati alla realtà di Decisyon oggi. “Abbiamo raccolto 44 milioni di dollari: uno dei più grandi investimenti che l'Italia del software abbia mai ricevuto dagli Stati Uniti”. Decisyon ha creato una piattaforma software che accelera il processo decisionale attraverso la gestione, la produzione, la transizione di informazioni sia interne che esterne all'azienda con gli stessi meccanismi dei social network.

Tra la sede di Latina e quelle degli Stati Uniti, quasi 100 persone lavorano per gestire 200 clienti di 11 Paesi diversi, permettendo l'integrazione del mondo virtuale con la concretezza dei dati reali e delle cose e dimostrando che le eccellenze tecnologiche del nostro Paese hanno molto da dire.

La storia è stata raccontata da Elisa Casseri, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -