SEGUICI SU
Indietro

Come un mare fuor d’acqua

Come un mare fuor d’acqua
Come un mare fuor d’acqua
Un progetto di radio ambulante da Viterbo al mare
Come un mare fuor d’acqua
Come un mare fuor d’acqua | Un progetto di radio ambulante da Viterbo al mare

"Come un mare fuor d’acqua” è un percorso di ricerca sulla presenza di tracce dell’universo acquatico nella dimensione urbana. Il percorso è la terza tappa raggiunta dall’artista Anna Raimondo, nell’ambito del programma di residenze Cantieri d’Arte/La ville ouverte a cura di Marco Trulli.

A Viterbo la Raimondo ha realizzato una serie di incontri laboratoriali con le persone detenute presso la Casa Circondariale della città laziale. Parallelamente, grazie a degli incontri con alcuni giovani del territorio finalizzati a riflettere sui luoghi della cittadina in cui si condensano maggiormente gli echi della presenza del mare, si è mappato un percorso “acquatico” della città.

La residenza si è conclusa con un’azione finale in cui l’artista ha composto un programma radiofonico con le voci e le melodie del mare intonate dalle persone detenute che è stato trasmesso in maniera itinerante da Viterbo al mare, attraverso un sistema di diffusione sonora ambulante.

Cantieri d’Arte è una piattaforma di Arte Pubblica di ricerca attiva sul campo, finalizzata allo sviluppo di progetti che si prefiggono di indagare la tematica del rapporto arte-città e di pratiche di riappropriazione etica dello spazio pubblico. L’arte contemporanea ne è lo strumento di indagine.

Il progetto nasce a Viterbo nel 2005 ma si sviluppa tutt’oggi sul territorio Nazionale e Mediterraneo attraverso una serie di collaborazioni a rete con l’Università degli Studi della Tuscia, l’Accademia di Brera, l’Arci Nazionale e l’Associazione Biennale del Mediterraneo (BJCEM).

- Immagini Correlate -
Come un mare fuor d’acqua