SEGUICI SU
Indietro

CECILIA CHIANESE

CECILIA CHIANESE
CECILIA CHIANESE
Foto di Antonio Barrella
CECILIA CHIANESE
CECILIA CHIANESE

Feelmare nasce come un regalo. Per un’isola, Ponza, che di sé ha regalato tanto. La pensa così Cecilia Chianese. Laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo e una sconfinata passione per il cinema, che l’ha portata a scrivere su riviste come “Eidos - Cinema Psyche e Arti Visive” e “Sentieri Selvaggi” e a collaborare con festival in Italia e all’estero. Ma sono dello stesso parere anche le altre socie dell’associazione culturale Eikon, che con il loro entusiasmo e il lavoro hanno contribuito alla realizzazione di questo sogno: sua sorella Francesca, Matilde Aguerre, Francesca Cerbini, Flavia Filiaci, Laura Sinceri e Maria Vittoria Pellecchia.

Progetto libero e coraggioso, che unisce in una sinergia varie iniziative locali (è infatti in partenariato con Antonello Aprea, l’organizzatore del live festival “Onderoad”), dal 2014 Feelmare ha come obiettivo riportare il cinema sull’isola. E riportarlo al pubblico, di qualunque genere sia e ovunque si trovi.

In piazza, certo, ma anche nelle strade – strade sterrate, vicoli, viottoli in salita. Il cinema sotto casa.  Una volta montato lo schermo sul loro Apecar piccolo e svelto, nessun terreno è impervio, nessuno spettatore è irraggiungibile.

«Volevamo ricreare l’atmosfera delle sagre di paese» racconta Cecilia Chianese. «L’idea era che anche l’anziana signora potesse godersi lo spettacolo portandosi da casa la sua sedia più comoda e piazzandola di fronte al suo portone». Ma Feelmare non è solo per cinefili. Le proiezioni di questa rassegna itinerante sono dedicate a tutti, turisti e locali, appassionati e neofiti. Titoli cult della commedia italiana e straniera si alternano a film per famiglie e d’autore.

Dal 2015, poi, la programmazione è stata arricchita anche da Feelmare DOC, una due giorni di documentari dalle tematiche contemporanee.

La storia è stata raccontata da Ida Amlesù, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -