SEGUICI SU
Indietro

Casa vuota: uno spazio pieno di arte

Casa vuota: uno spazio pieno di arte
Casa vuota: uno spazio pieno di arte
Al Quadraro un sorprendente spazio espositivo
Casa vuota: uno spazio pieno di arte
Casa vuota

Aperto dal 6 maggio al Quadraro, periferia sud di Roma, Casa Vuota è un appartamento dove trovano spazio mostre d’arte contemporanea. Da borgata malfamata della periferia, lontana dai percorsi turistici tradizionali, la zona sta vivendo una rinascita che lo ha, ormai reso, un quartiere in forte espansione e, in questo, l’arte ha svolto un ruolo propulsivo.

Qui sorgono altre strutture e spazi che hanno contribuito, in maniera significativa, a ridare vita e vivibilità al quartiere. Un quartiere con una storia simbolica alle spalle, durante il secondo conflitto mondiale, fatta di resistenza, conclusosi con il rastrellamento del Quadraro operato dai tedeschi nel 1944 ai danni della popolazione del quartiere. 

La direzione artistica di Casa Vuota  è curata da Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo. Il primo progetto espositivo ospitato da Casa Vuota parte da una riflessione sulla pittura, proposta però con un approccio installativo innovativo e in movimento fisico e strutturale.

Le stanze disabitate dell’appartamento si popolano di personaggi comuni, appunto, pronti ad occupare lo spazio per il tempo della mostra. I visitatori, come ospiti della casa, girano le stanze  osservando le pitture murarie dell'artista Cetera, mentre si svestono, perfettamente a loro agio nell'intimità della casa. Proprio come nel celebre film Ferro 3 – La casa vuota, gli ospiti  si muovono liberi, comportandosi davvero come se fosse casa loro.

L'arte diventa, ancora una volta, la chiave di volta per ridare vita e vivibilità anche a quartieri che fino a qualche tempo tempo fa sembravano lontani dalla possibilità di diventare luoghi da visitare e da vivere.

- Gli Spazi -