SEGUICI SU
Indietro

CAPPELLA ORSINI

CAPPELLA ORSINI
CAPPELLA ORSINI
un luogo dove tutto è arte
CAPPELLA ORSINI
CAPPELLA ORSINI

Il centro di Roma è un’eterna scoperta, non solo per le sue bellezze, ma anche per luoghi che fanno della città eterna un fucina di creatività, arte, sperimentazione. C’è un luogo che raccoglie in sé tutto questo: Cappella Orsini. Cappella Orsini, in Via Grotta Pinta sorge sulle antiche vestigia della cavea dell'antico Teatro di Pompeo, per poi divenire la Chiesa di Santa Maria in Grotta Pinta e Cappella di Palazzo Orsini Savelli.

 

Nel 1889 divenne sede della prima Accademia dei Cuochi e Pasticcieri di Roma. Attraverso un suggestivo passaggio sotterraneo si varca una porta spazio temporale e si entra in un luogo dove l’arte, la ricerca, la raffinatezza e l’attenzione per ogni dettaglio hanno dato vita ad uno spazio che è arte da sé: laboratorio di idee, sede di mostre, concerti, eventi, club.

 

Dal 1986 la Cappella Orsini ospita inoltre l’Accademia del Superfluo, la scuola di arti decorative fondata da Roberto Lucifero ed è proprio a lui, fondatore e direttore creativo della Cappella Orsini, che abbiamo rivolto alcune domande.

Quando avete aperto?

“Cappella Orsini, come incubatore di idee e di produzioni artistiche ha iniziato la sua attività nel 2003, avendo però un suo curriculum in questi settori che risale al 1986, quando iniziò ad ospitare eventi in campo artistico, attività didattiche e iniziative culturali senza aver definito quella missione che ci vede ormai quasi maggiorenni”.

Quali sono gli intenti artistici dello spazio?

“L’orientamento che ci ha caratterizzato fin dall’inizio è un dialogo aperto tra innovazione e tradizione. A questo principio si sono ispirate le nostre iniziative: mostre collettive, individuali, convegni, tavole rotonde, presentazioni di libri, proiezioni, spettacoli teatrali e concerti. L’altro elemento caratteristico di Cappella Orsini è quello di offrirsi come luogo aperto ad ospitare progetti esterni che provengano da singoli o associazioni condividendone i contenuti”.

Due artisti emergenti e non, da tenere d’occhio.

“Fin dal 2004 Paolo Bielli e Paolo Hermanin sono due degli artisti che hanno partecipato con una certa costanza alle iniziative di Cappella Orsini”.

- Gli Spazi -