SEGUICI SU
Indietro

C.T GENESI POETICHE RADICI E FUTURO

C.T GENESI POETICHE RADICI E FUTURO
C.T GENESI POETICHE RADICI E FUTURO
Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi
C.T GENESI POETICHE RADICI E FUTURO
C.T GENESI POETICHE RADICI E FUTURO

Rivisitare i grandi classici del teatro per affrontare temi attuali e aprire riflessioni sul futuro. È questo l’intento della compagnia teatrale C.T. Genesi Poetiche, fondata nel 2016 da Gianluca Paolisso e Daria Contento. “Il nostro teatro è una contaminazione di linguaggi che sposa ricerca e sperimentazione. Si muove in una dimensione onirica e allusiva, senza sfociare però nell’astrattismo. Al suo interno ci sono recitazione, musica e danza”, afferma Gianluca. Diplomato all’Accademia Internazionale d’Arte Drammatica del Teatro Quirino Vittorio Gassman, Paolisso cura la regia degli spettacoli. Che sono tutti lavori originali, pur partendo da capolavori della letteratura teatrale. In Requiem for Medea l’anima della protagonista torna a parlare per ripercorrere la sua storia, dopo averla vissuta, in un monologo che rappresenta un’ultima preghiera per sé stessa prima del silenzio eterno. “La tragedia di Euripide è arricchita da tematiche contemporanee - spiega sempre Andrea - come l’emigrazione, la tratta degli esseri umani, la sete di potere e la ricerca ossessiva della ricchezza”. Hamletown è invece la riscrittura dell’Amleto di Shakespeare che vede il mondo sul ciglio del baratro. “La città attorno a cui ruota tutto è una sorta di giostra che si nutre di soprusi, bugie e rapporti falsi. L’amore tra Amleto e Ofelia mette in pericolo i meccanismi della giostra”. L’ultima produzione di Genesi Poetiche è Anticotestamento, opera incentrata sulla guerra e divisa in tre parti: la prima tratta dal libro di Giuditta, la seconda dal Cantico dei Cantici e la terza dai Profeti. I ragazzi di Genesi Poetiche hanno molti progetti per il futuro: “Ci piacerebbe portare in scena le favole. Sempre in un’ottica moderna. Sempre mettendo in connessione radici, presente e futuro”.

La storia è stata scritta da Serena Berardi, scrittrice.

- SPAZI E LAVORI -