SEGUICI SU
Indietro

BVLGARI, LA STORIA, IL SOGNO

BVLGARI, LA STORIA, IL SOGNO
BVLGARI, LA STORIA, IL SOGNO
quando il gioiello diventa mito
BVLGARI, LA STORIA, IL SOGNO
BVLGARI, LA STORIA, IL SOGNO | quando il gioiello diventa mito

Fino al 3 novembre Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo ospitano “BVLGARI, la storia, il sogno”, mostra che celebra la nota casa di alta gioielleria italiana, passata da piccola realtà a conduzione familiare a marchio globale del lusso e sinonimo dell'eccellenza del Made in Italy nel mondo. La mostra ripercorre la storia dell’azienda dalla sua fondazione nel 1884 da Sotirio Bulgari, argentiere greco che, lasciato l'Epiro per cercare fortuna in Italia, si trasferì a Roma dove, assieme al suo socio di allora, Demetrio Kremos, poté esporre le sue creazioni prima all'interno di una gioielleria di via Sistina, per poi aprire la sua prima bottega in via Condotti 28.

I gioielli in mostra fanno parte della Collezione Heritage e alcune creazioni uniche sono state concesse in prestito da importanti collezioni private. Il percorso espositivo è arricchito da documenti d’archivio inediti, foto d’epoca e filmati che coprono oltre cento anni di storia della Maison e che sono lo specchio delle vicende economiche, sociali e di costume del Paese.

Ai gioielli della Collezione Heritage, alcuni dei quali esposti al pubblico per la prima volta, si aggiungono gli abiti di alta moda dalla collezione privata di Cecilia Matteucci Lavarini che propongono una fotografia del cambiamento del gusto e delle tendenze nelle diverse epoche. Stupiscono i preziosissimi gioielli appartenuti e indossati dalle dive iconiche della Hollywood di altri tempi come Elizabeth Taylor, Gina Lollobrigida, Ingrid Bergman, Anna Magnani e Audrey Hepburn.

Immagini Correlate