SEGUICI SU
Indietro

Artigianstrame

Artigianstrame
Artigianstrame
l'erba spontanea degli Aurunci
Artigianstrame
Artigianstrame

Lo strame è un'erba liscia e filiforme che cresce sulle colline del Basso Lazio e da cinque generazioni il laboratorio Artigianstrame porta avanti la tradizione di famiglia, l’antico mestiere dell’artigianato dello strame. Samuela Casale, l’ultima discendente, oggi lavora presso un grazioso stand allestito nel centro storico di Sperlonga.

Qui l’artigiana si dedica a tempo pieno alla produzione di manufatti in strame (ampelodesmus tenax o mauritanicus), l’erba che cresce spontanea sui monti Aurunci.

Si tratta di oggetti utili e decorativi che sono in vendita nello spazio: si va dalla famosa ‘scopa scaccia guai’, alle borse, cesti e contenitori per i giocattoli di ogni genere in paglia.

Il Laboratorio Artigianstrame crea anche collezioni di borse e cappelli in collaborazione con ditte fiorentine che si occupano di rifinire e modellare i prodotti.

Aprire una scuola dell’intreccio rimane il sogno di Samuela Casale che nel frattempo però, su richiesta, insegna ad intrecciare a coloro che abbiano voglia di imparare un antico mestiere ormai in via di estinzione.

Questa particolare erba viene tagliata al mattino, prima del sorgere del sole, ancora umida. Successivamente viene messa ad essiccare e quindi battuta con un mattarello allo scopo di sfibrarla. Viene bagnata ancora per renderla più morbida e flessibile e poi... si passa alla lavorazione vera e propria: si intesse con i fili ricavati dalla operazione della battitura e bagnatura, una treccia a sette capi e si passa alla creazione dei manufati.

POTREBBE INTERESSARTI