SEGUICI SU
Indietro

Aldo e Rosa

Aldo e Rosa
Aldo e Rosa
il fumetto di Susanna Mattiangeli e Mariachiara di Giorgio
Aldo e Rosa
Aldo e Rosa | il fumetto di Susanna Mattiangeli e Mariachiara di Giorgio

Aldo e Rosa è un fumetto a puntate che esce ogni mese su Internazionale Kids, la rivista che raccoglie i principali articoli dalle testate di tutto il mondo per bambine e bambini. I testi sono scritti da Susanna Mattiangeli, autrice di libri per bambini, mentre i disegni sono realizzati da Mariachiara Di Giorgio, illustratrice. 

Le strisce raccontano la storia di Rosa, una ragazzina che fa la prima media, e del suo amico immaginario Aldo. Lui è invisibile, ma i lettori lo possono vedere: è morbido e bianco. Aldo è apparso quando Rosa aveva 3 anni. Lei lo ha visto nell'acqua e da quel momento non si sono più separati. Rosa viene spesso scambiata per un maschio dalle persone del quartiere e dalla professoressa Spocchia perché ha i capelli corti e non è sempre come ci si aspetta che sia una ragazza. A volte ci rimane pò male, ma la presenza di Aldo l'aiuta molto. E' proprio grazie a lui che Rosa riesce a farsi molte domande: a che servono i capelli? Chi ha inventato il primo formaggio? Chi ha inventato le domande? Durante la storia Rosa incontra molti amici tra cui Zoe, una bambina che all'inizio le sta molto antipatica perché sembra una secchiona, ma poi diventeranno inseparabili. 

L'idea è nata quando Internazionale ha chiesto all'autrice di scrivere un fumetto per Internazionale Kids. Susanna Mattiangeli aveva le bozze di un romanzo mai finito, Il gioco delle domande, che però non la convinceva del tutto. La cosa che le piaceva di più era la storia della bambina e del suo amico immaginario. Era una storia che si portava dietro da tempo e che aspettava solo il momento di prendere la forma giusta. Forma che le ha dato l'illustratrice Mariachiara Di Giorgio attraverso i suoi disegni.

La storia è ambientata a Roma, nel quartiere Marconi, tra piazzale della Radio e ponte Marconi. Rosa ama avere i capelli corti e mettersi i pantaloni. Lei si piace così; è molto forte e non ha bisogno dell'approvazione degli altri. Quando viene scambiata per un maschio a volte ci rimane male, ma forse preferisce essere se stessa rispetto a compiacere chi vorrebbe vederla con i capelli lunghi. I personaggi sono per lo più sono frutto dell'immaginazione, ma la professoressa Spocchia somiglia a tante persone che capita di incontrare nel mondo della scuola. 

Aldo e Rosa ha una narrazione per immagini rivolta all'infanzia che con leggerezza centra il tema della costruzione del genere in un perfetto dialogo tra testo e illustrazioni. Rosa è difficile da incasellare e in alcuni nodi chiave mina gli stereotipi di genere; una storia che parla di costruzione dell'identità, infanzia e crescita, ma con la grazia e la delicatezza delle sue autrici.

- Immagini Correlate -
Aldo e Rosa