SEGUICI SU
Indietro

“LOVE”, arte contemporanea in mostra

“LOVE”, arte contemporanea in mostra
“LOVE”, arte contemporanea in mostra
Opere dai linguaggi fortemente esperienziali in un percorso espositivo d’eccezione
“LOVE”, arte contemporanea in mostra
“LOVE”, arte contemporanea in mostra | Opere dai linguaggi fortemente esperienziali in un percorso espositivo d’eccezione

Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente e Joana Vasconcelos in LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore, in mostra a Roma al Chiostro del Bramante fino al 19 febbraio.
Istallazioni, video-istallazioni, sculture, quadri, suggestioni sonore, rappresentazioni sceniche in un percorso che vuole essere più che altro un’esperienza immersiva e sensoriale a 360° sul concetto forse più analizzato, decantato, rincorso della storia: l’Amore.   
Un amore declinato in tutte le sue forme, felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile, che questi artisti interpretano secondo la loro sensibilità e le loro modalità espressive.
Il vero protagonista della mostra è il pubblico che si riappropria degli spazi espositivi, divenendo fruitore e divulgatore allo stesso tempo, avendo la possibilità di fotografare liberamente tutte le opere esposte.
Una mostra che si candida a riportare la città di Roma agli stessi livelli delle più stimate realtà espositive internazionali e che il visitatore potrà sperimentare scegliendo tra ben 5 “partner audio” differenti, che lo accompagneranno in questo viaggio emozionale con 5 esperienze di guida diverse.
Il percorso inizia proprio con l’opera Love, un quadrato di lettere che Robert Indiana ha tracciato agli inizi degli anni Sessanta e che da allora continua a rappresentare un’icona forte e suggestiva di un’immagine che si fa parola e che invade lo spazio. Yayoi Kusama con la sua All the Eternal Love I Have for the Pumpkins propone allucinati paesaggi di zucche che restituiscono il mistero di atmosfere mentali; Marc Quinn in Thor in Nenga esplora attraverso colorati mazzi di fiori l’intensa bellezza di un amore che custodisce la propria tragedia ma è forse, in assoluto, l’immagine di Marilyn Monroe di Andy Warhol a rappresentare, con più solida suggestione, il complesso ingorgo emotivo dell’amore.

Immagini Correlate
Yayoi Kusama in All the Eternal Love I Have for thePumpkins
Tracey Emin in My Forgotten Heart