SEGUICI SU
Indietro

“Le ombre” di Van Gogh a Viterbo

“Le ombre” di Van Gogh a Viterbo
“Le ombre” di Van Gogh a Viterbo
I quadri più famosi del pittore in una mostra multimediale
“Le ombre” di Van Gogh a Viterbo
“Le ombre” di Van Gogh a Viterbo | I quadri più famosi del pittore in una mostra multimediale

Si chiama Van Gogh Shadow la mostra ad alto tasso di originalità in esposizione nella Sala della Bandiere al Palazzo dei Priori di Viterbo, fino all’8 gennaio.
“Mi sono documentato molto sul pittore Olandese, dice Luca Agnani ideatore della mostra - e ho letto che dopo aver dipinto La camera Van Gogh era insoddisfatto della sua opera perché non era riuscito a rappresentare il suo raro stato di tranquillità. In effetti, l’emozione che si prova vedendo quel quadro è più quella di angoscia che di serenità e una delle cause principali è che le ombre sono totalmente assenti.
Ho pensato quindi che, ricostruendo in 3D tutta la scena del quadro, avrei potuto ricavare le ombre inserendo solamente una luce”.
Si tratta di un’esposizione multimediale che propone i quadri più famosi del pittore, dalla Camera ad Arles alle Barche di pescatori sulla spiaggia di Saintes-Maries, con la tecnica del Video Mapping, una sorta di proiezione animata in 2D e 3D, in cui i protagonisti si animano e prendono vita all’interno del dipinto, mentre le luci variano d’intensità.
La mostra, ospitata già in diversi musei, tra cui il Van Gogh Museum di Amsterdam, rappresenta un piccolo gioiello di animazione, fornendo una visione inedita e innovativa dei capolavori del controverso genio olandese e dimostrando come la tecnologia possa valorizzare l’arte.
Un’occasione per ammirare le opere di Van Gogh oltre la loro stessa immobilità, permettendo al visitatore di osservare le opere da un altro punto di vista, sicuramente accattivante.
La mostra, ad ingresso gratuito, è organizzata da Carramusa Group e dal Comune di Viterbo, con il patrocinio della Regione Lazio.
Per dare un assaggio di quello che aspetta il visitatore, ecco un video realizzato sulla mostra dallo stesso Agnani.

Immagini Correlate